Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Fondi-Lega-M5s-Salvini-chiarisca-42e3668f-6e35-433d-8528-48addac81a6c.html | rainews/live/ | (none)
POLITICA

Divisioni nella maggioranza

Fondi Lega, M5s: Salvini chiarisca

Condividi
"Siamo certi che la Lega fornirà ulteriori chiarimenti sul caso Centemero. E ci auguriamo che Salvini non minimizzi la vicenda. Una cosa è doverosa dirla: da sempre ci battiamo contro i finanziamenti 'illeciti' ai partiti, perché in un Paese civile non devono esserci interessi esterni a influenzare l'attività delle forze politiche presenti in Parlamento". Così in una nota Francesco D'Uva e Stefano Patuanelli, capigruppo M5S di Camera e Senato.

"E per quanto riguarda le fondazioni legate ai partiti vogliamo quella trasparenza che per troppo tempo è mancata in Italia. Per questo motivo nello Spazzacorrotti, che approveremo nelle prossime settimane, prevediamo norme che garantiranno assoluta trasparenza sui finanziamenti di cui beneficeranno partiti, movimenti e fondazioni collegate", concludono gli esponenti M5s.

Di Maio: ne parlerò con Salvini, non minimizzerà
Sul caso Centemero, il tesoriere della Lega iscritto nel registro degli indagati dalla procura di Bergamo per finanziamento illecito ai partiti, "chiederò chiarimenti a Salvini, sono certo che non minimizzerà. Prima di dichiarare pubblicamente bisogna parlare con i nostri contraenti del contratto di governo, ma sicuramente Salvini non minimizzerà...". Lo dice, in un'intervista all'Adnkronos, il vicepremier e ministro Luigi Di Maio.

Bonafede: alleato compatto in lotta a corruzione 
Di diverso partere il ministro della Giustizia. ''Il tema della trasparenza nei finanziamenti ai partiti è una battaglia del M5S da sempre, e nella Lega abbiamo trovato un alleato compatto''. Così il Guardasigilli Alfonso Bonafede risponde a una domanda sull'inchiesta di Bergamo sulla Lega.

''Non ho mai commentato, non commento è mai commenterò fatti su cui ci sono inchieste in corso, perché ho massima fiducia nella magistratura e rispetto della sua autonomia - ha aggiunto Bonafede - Riguardo al tema della trasparenza dei finanziamenti sapete qual è il mio impegno, che si concretizza nella legge anticorruzione che sarà approvata definitivamente entro Natale''.

Lega: chiarimenti? Non replichiamo a M5s 
"Non replichiamo ai Cinque Stelle, no comment". Così Riccardo Molinari, capogruppo della Lega a Montecitorio all'AdnKronos, dopo le prese di posizione del M5S, che per bocca del suo leader Di Maio e poi dei capigruppo D'Uva e Patuanelli, ha chiesto chiarimenti sulla vicenda dei presunti finanziamenti all'associazione 'Più Voci', su cui gli inquirenti indagano per finanziamento illecito dei partiti, con l'ipotesi di contributi finiti nelle casse della Lega, di cui è tesoriere Giulio Centemero.

Fi: trasparenza 5stelle vale per gli altri Roma
"Dietro la falsa rappresentazione di unità, Lega e Cinquestelle se le cantano e se le suonano di santa ragione. Oggi è la volta dei capigruppo 5Stelle di Camera e Senato a richiedere a Salvini di fare chiarezza e di non minimizzare il caso Centemero, ossia l'inchiesta che vede indagato il tesoriere della Lega per presunti fondi illeciti al partito. I capigruppo ricordano a Salvini che il M5S in quanto a trasparenza è categorico e che non transigerà neppure con il partito con cui governano. Peccato che la trasparenza di cui parlano valga soprattutto per gli altri". Lo dichiara Fiammetta Modena, senatrice di Forza Italia.

Salvini: io non minimizzo, sono assolutamente sereno
"Non commento le azioni della magistratura. Io non minimizzo. Stanno cercando, in Italia e in Lussemburgo, milioni di euro che non ci sono, spero facciano in fretta e facciano bene. Sono assolutamente sereno". Così il vicepresidente del Consiglio, Matteo Salvini, in conferenza stampa a Gerusalemme risponde a chi gli chiede della presa posizione del M5s in merito all'inchiesta sui fondi della Lega: l'alleato di Governo ha chiesto al leader del Carroccio di chiarire e non minimizzare. "Sicuramente quando tocchi con mano e vedi uno degli ultimi confini blindati al mondo, la priorità è dare il tuo piccolo contributo per una soluzione. Quando torni alle cose italiane, a volte ti cadono le braccia", si è sfogato Salvini.
Condividi