Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Formigoni-condannato-a-5-anni-e-10-mesi.-Andra-in-carcere-Bollate-firmato-ordine-carcerazione-63efeba4-05a6-4782-acc5-92717ab7d560.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Cassazione

Formigoni condannato a 5 anni e 10 mesi per corruzione. Firmato l'ordine di carcerazione

Già oggi si dovrebbero aprire le porte del carcere di Bollate per l'ex governatore della Lombardia. Prescrizione per il crac del San Raffaele, respinti gli altri ricorsi
 

Condividi
Dovrebbero aprirsi oggi le porte del carcere per l'ex governatore della Lombardia Roberto Formigoni, condannato ieri dalla Cassazione a 5 anni e 10 mesi per corruzione nel processo Maugeri-San Raffaele, con un leggero sconto di pena per prescrizione. La Corte ha respinto anche gli altri ricorsi dei coimputati. 

In particolare, è stata confermata la condanna a 7 anni e 7 mesi per Costantino Passerino, ex manager della Maugeri e quella a 3 anni e 4 mesi per l'imprenditore Carlo Farina; inammissibile il ricorso di Carla Vites che era già stata assolta ed aveva impugnato la sentenza per avere un proscioglimento più ampio. 

Firmato l'ordine di carcerazione
Il sostituto Pg di Milano Antonio Lamanna ha firmato l'ordine di esecuzione della pena.  Un'auto delle forze dell'ordine è gia sotto casa del governatore in zona Fiera a Milano. Nell'ordine di esecuzione della pena che gli è stata inflitta in via definitiva ieri dalla Cassazione, c'è scritto che Roberto Formigoni - presidente della Lombardia per 18 anni - dovrà espiare la condanna nel carcere di Bollate. E' quanto si apprende in ambienti giudiziari. 

Legge "spazzacorrotti": no ai benefici
Per effetto della cosiddetta legge 'spazzacorrotti', il reato di corruzione è stato inserito tra i cosiddetti reati 'ostativi' che impediscono di chiedere misure alternative al carcere. Formigoni, nonostante abbia più di 70 anni, in base alla nuova legge, non può godere più dei benefici legati all'età che gli avrebbero consentito altrimenti di evitare la cella e di espiare la pena in detenzione domiciliare. Non è escluso, però, che la difesa dell'ex governatore presenti una istanza per chiedere che possa scontare la condanna a casa.
 
Gli altri condannati
Anche per Costantino Passerino, l'ex direttore amministrativo della fondazione Maugeri che si è visto rigettare il ricorso e confermare i 7 anni e 7 mesi inflitti in appello, dovrebbero di nuovo aprirsi le porte del carcere (era già stato arrestato durante le indagini preliminari nell'aprile 2012) mentre per l'imprenditore Claudio Farina con la conferma dei 3 anni e 4 mesi per riciclaggio dovrebbe arrivare la sospensione dell'esecuzione della pena.

Risarcito il danno alla Regione Lombardia
"Si chiude un iter processuale molto lungo. La Regione si era costituita parte civile, abbiamo ottenuto in primo e in secondo grado la restituzione di circa 6 milioni: da un punto vista civile il danno è stato già risarcito". Lo dice all'Adnkronos l'avvocato Domenico Aiello, legale rappresentante della Regione Lombardia al processo per il caso Maugeri, commentando la sentenza della Cassazione nei confronti dell'ex governatore Roberto Formigoni.

Le reazioni alla sentenza
"Umanamente dispiaciuto". Così Silvio Berlusconi commenta la condanna in Cassazione di Roberto Formigoni per la vicenda Maugeri. "Sono amareggiato e dispiaciuto per Roberto Formigoni che per 18 anni ha contribuito a sviluppare un incontestabile serie di importanti primati in Lombardia. Non limitiamoci a giudicarlo solo per questa sentenza". Così il governatore della Lombardia, Attilio Fontana.
Condividi