Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Formula-1-E-ancora-Vettel-Seb-conquista-Sakhir-davanti-a-Bottas-e-Hamilton-gp-bahrain-9b028c53-6926-4f93-9325-684f42c15692.html | rainews/live/ | (none)
SPORT

Gp del Bahrain, seconda gara del Mondiale 2018

Formula 1. È ancora Vettel! Seb e la Ferrari conquistano Sakhir davanti a Bottas e Hamilton

Ancora un successo del tedesco sulla rossa dopo Melbourne. Raikkonen ritirato per un problema nel secondo pitstop. Prestigioso quarto posto per la Toro Rosso di Gasly

Condividi
Sebastian Vettel concede il bis e, dopo Melbourne, conquista anche Sakhir. Il successo in Bahrain è un capolavoro di caparbietà che consente di guadagnare punti su Hamilton, visto che il britannico (che partiva dal nono stallo per la sostituzione del cambio) è preceduto da Bottas. Il ritiro di Raikkonen (problema nel cambio gomme) macchia solo parzialmente la gran serata della Ferrari. Al quarto posto un ottimo Gasly, che fa festeggiare la Toro Rosso come se si trattasse di una vittoria. Quinta la Haas di Magnussen davanti alla Renault di Hulkenberg, che precede le McLaren di Alonso e Vandoorne.

Partenza emozionante. Bottas infila un distratto Raikkonen, mentre Vettel va senza intoppi. Perez si gira, mentre Verstappen, partito 15°, guadagna posizioni su posizioni e insidia Hamilton. Al secondo giro c'è la 'Caporetto' delle Red Bull: Ricciardo si ferma per problemi tecnici, mentre Verstappen viene toccato nel duello con Hamilton e fora la posteriore sinistra. Virtual safety car, con l'olandese che rientra ai box, riparte ma poi si ritira.

Al segnale di ripartenza dà spettacolo Hamilton, che si porta rapidamente al quarto posto, all'inseguimento del terzetto che intanto ha preso qualche secondo di margine. Vettel è il primo (giro 18) dei top a cambiare le gomme. Al passaggio successivo tocca a Raikkonen, quindi Bottas. Hamilton aspetta e sul rettilineo del 26° giro viene sorpassato agevolmente da Vettel. Il britannico rientra quindi ai box e monta le medie (stessa scelta di Bottas, le Ferrari invece sono sulle soft). Colpo di scena al giro 36, quando Raikkonen rientra ai box per il cambio: c'è un'incomprensione con i meccanici, ritardati da un problema alla posteriore sinistra, che porta a una partenza anticipata con un meccanico che viene quasi travolto. Il finlandese deve abbandonare ed esce furioso dalla sua Ferrari.

Con Hamilton precipitato a circa 20" (errata la strategia di ritardare il cambio), l'unico ostacolo per Vettel è Bottas. Dai box arriva l'ordine di tirare fino alla fine con pneumatici che al traguardo avranno 40 giri. E' una scommessa che il tedesco riesce a vincere, resistendo gli ultimi passaggi quando Bottas si fa molto vicino. In realtà, il finlandese ha una sola occasione di farsi vedere, abbastanza velleitaria, nelle ultime curve. I fuochi d'artificio di Sakhir salutano la minifuga in classifica della Ferrari. E' presto, ma è un inizio. E la settimana prossima si va a Shanghai con questa classifica: Vettel 50 punti, Hamilton 33, Bottas 22.
Condividi