Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Francia-di-nuovo-scioperi-dei-treni-contro-la-riforma-Macron-022f09b1-949c-4d7a-8f0e-539030c35ddb.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

Francia, di nuovo scioperi dei treni contro la riforma Macron

Quarto giorno di protesta contro la riforma delle ferrovie, in Francia. Treni a singhiozzo mentre il testo della riforma approda in Assemblea Nazionale

Condividi
Quarto giorno di mobilitazione contro la riforma delle ferrovie in Francia. Circolano un TGV su cinque, un regionale su tre e tre Eurostar su 4. Oggi incrocia le braccia circa il 43% del personale indispensabile alla circolazione ferroviaria. Per i macchinisti la percentuale schizza al 74%.  Oltre 400 i chilometri di ingorghi intorno a Parigi. 

Alcuni scioperanti hanno bloccato i pullman in partenza da Lille, tra le uniche alternative al treno in questi giorni di sciopero, un'azione denunciata tra le polemiche dal n.1 di Sncf, Guillaume Pepy, secondo cui la la Sncf ha "perso probabilmente 100 milioni di euro" dall'inizio dello sciopero, ha detto intervistato da Bfm-Tv.

I sindacati hanno annunciato uno sciopero distribuito su tre mesi, da inizio aprile a fine giugno, per protestare contro la riforma ferroviaria voluta dal presidente Emmanuel Macron. Su internet, una maxi-colletta per sostenere gli scioperanti ha superato i 500.000 euro.

Intanto il testo della riforma approda in Assemblea Nazionale: obiettivo, riportare in equilibrio il bilancio della Sncf, società nazionale delle ferrovie francesi, modificare il contratto di lavoro di settore, introdurre la concorrenza.

 
Condividi