ECONOMIA

Baden Baden

G20. Fonti: sparisce dal testo conclusioni il 'no' al protezionismo. Impegno contro guerra valute

Compromesso al ribasso, testo ricorda solo importanza commercio 

Condividi
Dal testo delle conclusioni del G20 sarebbe sparita la tradizionale frase con cui i partner ribadiscono la loro opposizione al protezionismo, e al suo posto ci sarebbe soltanto una formula di compromesso al ribasso che sottolinea l'importanza del commercio per le economie. È quanto si apprende da fonti del G20 di Baden Baden, in Germania.

Il comunicato finale del G20 ribadisce l'impegno contro le svalutazioni competitive e i Paesi s'impegnano a consultarsi strettamente sui tassi di cambio, la cui eccessiva volatilità può danneggiare la crescita.

Lagarde: crescita si rafforza, ma attenzione a politiche errate
La crescita globale si sta rafforzando, ma politiche economiche "sbagliate" potrebbero "fermare il nuovo slancio in corso". Lo ha dichiarato il direttore generale del Fmi, Christine Lagarde. "Ci siamo incontrati in un momento in cui la crescita si sta facendo strada in tutto il mondo e ci sono segnali che indicano un punto di svolta per l'economia globale, anche se permangono incertezze", ha detto Lagarde.

Secondo la numero uno del Fmi, "la cooperazione globale e il persegumento di giuste politiche sono in grado di contribuire al raggiungimento di una crescita forte, sostenuta ed equilibrata, e una crescita inclusiva, mentre le politiche sbagliate potrebbero fermare il nuovo slancio in corso". Lagarde ha ribadito l'impegno del Fondo a rafforzare la cooperazione globale anche attraverso "una forte sorveglianza del tasso di cambio e l'analisi degli squilibri globali".

Mnuchin: non escludiamo di rinegoziare Wto
Gli Usa sono preparati a rinegoziare gli accordi internazionali sul libero commercio inclusi quelli incastonati nel Wto. Lo ha detto, al termine del G20 finanziario di Baden Baden, il Segretario Usa al Tesoro Steven Mnuchin. Lo riporta l'agenzia France Presse.

"Vogliamo riesaminare certi accordi, stiamo parlando di rivedere il Nafta", l'accordo di libero commercio tra Canada, Stati Uniti e Messico, ha ricordato il Segretario al Tesoro.

"Pensiamo che ci siano parti del Wto che non vengono applicate e vogliamo metterle a regime nell'interesse dei lavoratori americani. E nelle misura in cui questi accordi siano vecchi vanno allora rinegoziati", ha sottolineato Mnuchin.

Il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan ha avuto a margine dei lavori del G20 un bilaterale con Mnuchin, per parlare delle priorità dell'agenda del G7 dei ministri finanziari a presidenza italiana. Secondo quanto riferiscono fonti, nell'incontro c'è stata "consonanza e disponibilità a lavorare insieme". 
Condividi