Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Gasparri-ironizza-Mare-Nostrum-No-Taxi-Loro-b15685a5-bcf5-4e01-87c7-4ff6a0cba542.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Emergenza sbarchi

Immigrazione, scoppia la polemica nel centro-destra sull'operazione Mare Nostrum

La Lega: "Sospendere subito l'operazione Mare Nostrum". Maurizio Gasparri (FI): "Mare Nostrum? No, 'Taxi Loro'". La replica di Laura Bianconi (Ncd): "Abolire Mare Nostrum è una follia"

Maurizio Gasparri
Condividi
Scoppia la polemica all'interno del centro destra sulla questione immigrazione e, in particolare, sull'operazione di soccorso "Mare Nostrum". 

Salvini (Lega Nord): "Sospendere subito l'operazione"
Il segretario della Lega Nord, Matteo Salvini, scrive su Facebook: "Emergenza sbarchi in Sicilia, 1.219 arrivi in 24 ore. La proposta della Lega: sospendere subito l'operazione Mare Nostrum, 300.000 euro al giorno spesi dagli italiani per aiutare gli scafisti e incentivare l'invasione". Salvini ha annunciato che entro 10 giorni andrà in Sicilia. 

Maroni (Lega Nord): "Il governo fermi l'operazione Mare Nostrum"
Sulla stessa linea di Salvini anche il Governatore leghista della Lombardia, Roberto Maroni, che scrive su Facebook: "Il governo deve fermare l'operazione 'Mare Nostrum', è ormai un irresistibile richiamo per i clandestini".

Gasparri (FI): "Mare Nostrum? No Taxi Loro"
"Bisogna bloccare subito l'operazione 'Mare Nostrum' diventata ormai 'taxi loro'". Maurizio Gasparri ironizza sulla missione di soccorso e aggiunge: "Mi fa piacere che il ministro dell'Interno abbia copiato le mie frasi alla lettera, dicendo che la Marina non può diventare un traghetto per clandestini". "Siamo ormai alla farsa" prosegue il vicepresidente FI del Senato. Gasparri critica il meccanismo per cui la segnalazione da parte degli scafisti stessi fa scattare l'intervento delle navi italiane. "Siamo di fatto - accusa - complici dei mercanti di morte". Infine Gasparri chiede che l'operazione dalla Marina sia sospesa subito e che l'argomento sia affrontato subito in Senato. "Se andremo avanti così - sottolinea - in poche settimane avremo fatto entrare decine e decine di migliaia di clandestini in Italia a nostre spese". Poi aggiunge: "Andando avanti così chiunque organizzerà traffici a nostre spese, incassando cifre ingenti dai disperati". Secondo Gasparri "c'è da valutare il fatto che Mare Nostrum possa costituire una violazione di norme interne e internazionali. Non siamo al soccorso di persone in cerca di asilo - ce ne sarà una minoranza -, ma alla collaborazione con traffici illegali, che potrebbero riguardare non solo persone ma anche droga.  Una debacle intollerabile". 

Bianconi (Ncd): "Abolire Mare Nostrum è una follia"
Non si fa attendere la risposta del Ncd: "Ormai sui temi dell'immigrazione siamo a chi la spara più grossa. Infatti risponde a questa logica chi oggi chiede l'abolizione dell'operazione 'Mare Nostrum'. Un annuncio assurdo ma soprattutto che dimostra l'assenza di responsabilità della Lega e di alcuni esponenti di Fi, che sfruttano ogni occasione per lanciare soltanto slogan". Così la vicepresidente vicaria del gruppo Nuovo centrodestra al Senato, Laura Bianconi. "Come qualche giorno fa ha avuto modo di spiegare il ministro Alfano, grazie all'operazione 'Mare Nostrum' sono state salvate decine di migliaia di vite umane, garantendo la sicurezza delle nostre frontiere in uno scenario geopolitico completamente stravolto dalle primavere arabe - sottolinea Bianconi - E' evidente che in prospettiva è necessario, come ha ribadito Angelino Alfano, una nuova strategia che coinvolga in maniera decisa l'Europa, a partire dal trasferimento della sede del Frontex in Italia. Il nostro Paese non può essere lasciato da solo, ma soltanto il pensare di abolire 'Mare Nostrum' è follia pura, che farebbe ritornare il Mediterraneo a quel mare di tragedie e morti che fino a poco tempo fa è stato" conclude. 

 
Condividi