Original qstring: print | /dl/rainews/articoli/Gaza-Bomba-e-spari-al-passaggio-del-premier-palestinese-Rami-Hamdallah.Abu-Mazen-accusa-Hamas-Codardi-4a5b995f-22ed-4388-898b-c0d3a0b6b001.html | rainews/live/ | (none)
Rai News
MONDO

Attentato nella striscia

Gaza, bomba e spari al passaggio del premier palestinese Hamdallah. Abu Mazen accusa Hamas: Codardi

A causa della deflagrazione sette persone sono rimaste ferite, secondo fonti di sicurezza. Hamdallah è illeso. L'esplosione è avvenuta poco dopo che il convoglio di auto era entrato nel territorio in mano ad Hamas, in una rara visita delle autorità palestinesi nella zona

Una carica di esplosivo sul ciglio della strada è stata attivata al passaggio del convoglio che trasportava il primo ministro palestinese Rami Hamdallah nella Striscia di Gaza.  Dopo l'esplosione colpi d'arma da fuoco sono stati esplosi contro il convoglio: un vero e proprio agguato che ora rischia di infiammare la sempre volatile pax palestinese

Il premier è rimasto illeso
A causa della deflagrazione sette persone sono rimaste ferite, secondo fonti di sicurezza. Hamdallah è illeso. L'esplosione è avvenuta poco dopo che il convoglio di auto era entrato nel territorio in mano ad Hamas, in una rara visita delle autorità palestinesi nella zona.

Abu Mazen accusa Hamas: "Attacco codardo"
Secondo un comunicato ufficiale dei media palestinesi il presidente Abu Mazen ha considerato l'attacco un atto di "codardia" e ha dichiarato che sono stati fermati dei responsabili di Hamas. L'organizzazione che controlla Gaza ha però condannato l'attacco "criminale al primo ministro", ritenendolo un tentativo concepito per "destabilizzare la sicurezza a Gaza e far fallire gli sforzi per una riconciliazione nazionale''. 

Una riconciliazione recente
Solo pochi mesi fa - il 12 ottobre - dopo anni di conflitto aperto Hamas aveva annunciato di aver trovato un accordo con Al-Fatah, il partito del presidente Abu Mazen, nel corso degli incontri al Cairo sulla riconciliazione palestinese.

"Faremo di tutto per rendere effettiva l'intesa e girare così una nuova pagina negli annali del nostro popolo, chiudendo per sempre il libro delle divisioni" aveva detto allora il leader di Hamas Ismail Haniyeh, sottolineando il ruolo dell'Egitto nella mediazione e nel raggiungimento dell'accordo. Le due principali forze politiche palestinesi hanno combattuto una breve guerra civile a Gaza nel 2007, che ha consentito al movimento legato ai Fratelli musulmani di prendere il controllo della Striscia per dieci anni.