Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/Genova-concluse-le-operazioni-di-ricerca-e-soccorso-domani-le-prime-case-agli-sfollati-fcaca980-5d0f-4b62-863a-c066c754b62e.html | rainews/live/ | (none)
ITALIA

I vigili del fuoco al lavoro per mettere in sicurezza l'area del crollo

Genova, concluse le operazioni di ricerca e soccorso. Lunedì le prime case agli sfollati

I vigili del fuoco continuano comunque ad operare per mettere in sicurezza l'area. I morti sono 43. Toti: dal governo altri 28 milioni per emergenza. Domani la consegna dei primi alloggi agli sfollati. Il ministro Toninelli riferirà lunedì 27 in commissione

Condividi
Si sono concluse le operazioni di ricerca e recupero delle vittime del crollo del ponte Morandi. I vigili del fuoco, dopo 24 ore di lavoro, hanno infatti concluso l'intervento per recuperare la famiglia Cecala, il papà Cristian, la mamma Dawna e la piccola Kristal. Concluse le ricerche dei dispersi, i vigili del fuoco continuano però ad operare tra le macerie del ponte per mettere in sicurezza l'area e bonificare tutte le zone ed escludere definitivamente che vi possano essere altre persone lì sotto che non erano state segnalate da nessuno. 

Sale a 43 il numero delle vittime
Dopo il recupero dell'auto dove viaggiava la famiglia Cecala è stato trovato il corpo senza vita di Mirko Vicini, l'ultimo disperso del crollo di ponte Morandi. Mentre all'ospedale San Martino è morto uno dei feriti ricoverati in codice rosso. Si tratta Marian Rosca, un autista romeno di 36 anni. Le vittime del crollo sono salite così a 43. Ieri le esequie pubbliche per 19 vittime, molti  hanno deciso invece di salutare i loro cari in forma privata.

Vivo il cittadino tedesco inserito nell'elenco dei dispersi
Albert, il cittadino tedesco che era inserito nell'elenco dei dispersi,  è vivo e sta bene. Questa mattina ha telefonato in prefettura attraverso il numero dedicato rassicurando gli addetti dell'unità di crisi.

Lunedì la consegna dei primi alloggi agli sfollati
Lunedì pomeriggio il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti con il sindaco di Genova Marco Bucci consegneranno i primi alloggi agli sfollati del crollo di Ponte Morandi. Alla consegna parteciperanno anche gli assessori di Regione Liguria Marco Scajola e Ilaria Cavo e del Comune di Genova Francesca Fassio. "Domani consegneremo le prime case" ha scritto sulla sua pagina social il governatore Giovanni Toti. "Entro il 20 settembre daremo altre 40 case grazie al contributo di Cassa depositi e prestiti. Entro settembre saranno ristrutturati altri 100 appartamenti i cui lavori inizieranno già in settimana. E poi ne arriveranno altri 150. Entro otto settimane al massimo ci sarà una casa per tutti. Nessuno deve restare indietro!". 

Un algoritmo per la graduatoria
Sarà la matematica di un algoritmo definito da menti umane a decidere chi, fra gli sfollati di ponte Morandi, avrà per primo diritto a una nuova abitazione. "I tecnici informatici del Comune hanno lavorato anche di notte per costruire le formule necessarie", spiega l'assessore comunale al Bilancio Pietro Piciocchi che in queste ore è in contatto con i vigili del fuoco per capire come permettere alle prime famiglie che saranno trasferite - in questo caso nelle abitazioni Arte di San Biagio, in Valpolcevera - di recuperare negli appartamenti evacuati i propri oggetti personali. "La graduatoria è stata elaborata con un sistema di punteggi - continua Piciocchi - che ha consentito di privilegiare persone con disabilità, nuclei familiari con minori in età scolare, quindi dai 3 ai 14 anni, cercando di allontanarli il meno possibile dalle loro scuole, in vista di settembre". In queste ore vengono ultimati gli allacci delle utenze. "Stiamo facendo i salti mortali - conclude l'assessore comunale - ma contiamo di consegnare le prime case già domani".

Taxi gratis fino al 2 settembre per recarsi nelle abitazioni abbandonate
Le persone che per motivi di sicurezza sono state costrette a lasciare le proprie case in seguito al crollo del ponte Morandi dal 20 agosto al 2 settembre potranno usufruire gratis del trasporto taxi per recarsi presso le proprie abitazioni ogni volta che devono recuperare oggetti personali o di qualsiasi altro tipo. Lo hanno deciso l'amministrazione comunale e la Cooperativa Radio Taxi che ha messo a disposizione anche un numero telefonico da contattare in caso di necessità. Le persone saranno accompagnate negli appartamenti da personale della Protezione civile e dai Vigili del Fuoco.

Georadar per monitorare i tronconi del Ponte, sul posto consulenti tecnici
I Vigili del fuoco hanno posizionato sul moncone est del ponte crollato un georadar per monitorare eventuali alterazioni nella stabilitàmentre proseguono i lavori delle grandi ruspe per asportare i materiali caduti nel torrente Polcevera dopo il crollo del ponte. Sul posto anche i consulenti tecnici della procura di Genova e i membri della commissione ispettiva del
Mit. Tra le operazioni, è prevista la numerazione e la documentazione fotografica degli elementi crollati sui quali verranno svolte alcune perizie. Sul posto anche alcuni tecnici e ingegneri della Società Autostrade. 

Toti a fine Cdm: da governo altri 28 milioni per emergenza 
"Avevamo urgenza di aggiornare l'ordinanza con cui è stato decretato lo stato di emergenza per Genova a materie che non vi erano contenute: la viabilità con i trasporti su ruote e su gomma e la consegna delle case per gli sfollati. Le prime spese si aggirano intorno ai 28 milioni di euro che il governo ha riconosciuto e che si aggiungono ai 5 già stanziati precedentemente che ci consentiranno di coprire la fase dell'emeregenza". Lo annuncia il governatore della Liguria, Giovanni Toti, lasciando la prefettura al termine del Consiglio dei ministri. 

Toninelli riferirà lunedì 27 in commissione
Lunedì 27 agosto il ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, riferirà alle commissioni competenti e il 4 settembre ci sarà il voto delle risoluzioni in Aula alla Camera sulle comunicazioni del governo. Lo ha deciso - come riferisce il deputato genovese di Possibile, Luca Pastorino, segretario di presidenza per Liberi e Uguali alla Camera - la conferenza informale dei capigruppo che si è svolta a Genova.
Condividi