Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Germania-I-liberali-abbandonano-il-tavolo-naufraga-la-coalizione-di-governo-E-Merkel-va-dal-Presidente-53f92243-935f-4472-a948-e2147cf121b3.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

Dopo il voto

I liberali abbandonano il tavolo, naufraga la coalizione di governo. E Merkel va dal Presidente

A pochi minuti dalla mezzanotte Lindner fa saltare il tavolo delle trattative per costruire un ''governo stabile'' in Germania. La fuga in avanti di Lindner lascia pero' tutti sorpresi. ''Io credo che si sarebbe potuto trovare il filo per arrivare a una soluzione. E mi dispiace che non si sia arrivati a un accordo", ha scandito Angela Merkel un'ora dopo. Si allunga l'ombra delle elezioni anticipate. Schulz: "L'Spd non ha timore di nuove elezioni"

Condividi
Si involve e si avvicina al momento di rottura lo stallo che ha fatto seguito alle elezioni di settembre in Germania. La Cancelliera Angela Merkel informerà il Presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier sul fallimento dei colloqui in vista della formazione del nuovo governo.

Il no dei liberali
Ieri il leader del partito liberale (FDP), Christian Lindner ha abbandonato il tavolo della trattativa con Cdu, Csu e Verdi. "Purtroppo non abbiamo potuto completare i colloqui esplorativi. Informerò il Presidente e vedremo cosa succede"ha detto Merkel stigmatizzando l'atteggiamento del FDP e sottolineando come l'immigrazione sia stata centrale nei negoziati politici.

La Cancelliera ha inoltre ribadito l'unità della CDU e della CSU in questo passaggio definito "difficile" e l'intenzione di continuare a guidare il Paese. I negoziati di coalizione sono iniziati il 18 ottobre e si pensava che potessero terminare il 16 novembre dopo le elezioni del 24 settembre.

L'alleanza CDU/CSU può contare su 246 seggi parlamentari su 709. La FDP ne ha 80 e i Verdi 67. Il secondo più grande partito, il socialdemocratico SPD ha escluso la sua partecipazione ad un governo di coalizione con il blocco CDU/CSU. Ma sia lo Spd che gli alleati CDU/CSU escludono un'alleanza con il partito di destra Alternativa per la Germania che conta su 94 seggi.

Spd, Schulz: no grande coalizione con Merkel
I socialdemocratici dell'Spd escludono che dopo il fallimento dei negoziati tra Cdu/Csu, Verdi e Liberali per un nuovo governo tedesco, si possa riaprire l'opzione della Grande Coalizione con i conservatori del partito di Angela Merkel. Secondo fonti citate dall'agenzia tedesca Dpa, lo ha deciso il partito durante una riunione della dirigenza a Berlino. Il leader della Spd, Martin Schulz aveva subito escluso dopo il voto dello scorso settembre l'opzione 'Grosse Koalition' e aveva ribadito di recente la sua contrarietà questa ipotesi.
"Agli elettori tedeschi dovrebbe essere data l'oppportunità di rivalutare la situazione politica dopo il fallimento dei colloqui per la formazione di un governo. L'Spd - ha detto Schulz in conferenza stampa - non ha timore di nuove elezioni".

Il presidente tedesco: situazione inedita
Il presidente tedesco, Frank-Walter Steinmeier, ha detto che una situazione di tal genere in Germania non ha precedenti e che tutti i partiti hanno la responsabilità di tentare di formare un governo nei prossimi giorni, pertanto avrà colloqui con i leader di tutti i partiti e le istituzioni. Steinmeier ha aggiunto che i Paesi vicini sarebbero a disagio se i partiti politici in Germania non fossero all'altezza delle proprie responsabilità e ha chiesto ai leader tedeschi di riconsiderare le proprie posizioni formando un nuovo governo possibile.
Condividi