Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Germania-aperti-i-seggi-61-5-milioni-di-elettori-al-voto-80aa5700-1d31-4b2a-83b9-9fd2e5204606.html | rainews/live/ | true
MONDO

Si elegge il nuovo Bundestag

La scelta della Germania, attesi alle 18 i primi exit-poll

Condividi
Si chiudono alle 18 i seggi in Germania per le elezioni politiche dove 61,5 milioni di elettori sono chiamati a rinnovare il Bundestag. La sfida è tra Angela Merkel, che cerca il quarto mandato, e l'ex presidente del Parlamento europeo, Martin Schulz. Alla vigilia del voto, la distanza fra i due candidati cancellieri si era ridotta. 

La partita per il futuro governo in mano ai piccoli partiti, ago della bilancia, mentre si leggerà con attenzione il risultato dalla destra popuòista dell'Afd.

Il candidato cancelliere socialdemocratico Schulz ha chiuso la campagna ieri ad Aquisgrana. L'ex presidente del parlamento europeo dopo il voto sarà a Berlino alla Willy Brandt Haus, dove attenderà i risultati elettorali. Alle 18 i primi exit poll.

Angela Merkel, nel pomeriggio, ha dato il suo voto invece a Berlino, accompagnata dal marito Joachim Sauer in un seggio allestito nell'Università Humboldt. La cancelliera andrà successivamente alla Adenauer Haus per la festa elettorale dell'unione (Cdu-Csu).

Il presidente tedesco, Frank Walter Steinmeier, ha rivolto un appello ai concittadini affinché facciano uso del diritto di voto, ricordando loro che chi non vota permette che altri decidano sul futuro del Paese. "Il diritto a votare è un diritto dei cittadini. Per me inoltre in una democrazia è il piu' alto dovere di un cittadino", ha detto in un messaggio ai tedeschi, proprio nei minuti in cui in Germania si aprivano le urne per eleggere il XIX Bundestag, la Camera bassa tedesca.

"Chi non vota lascia che altri decidano sul futuro del nostro Paese". Steinmeier ha aggiunto che mai come ora si è percepito cosi' chiaramente che alcune elezioni hanno a che vedere "con il futuro dell'Europa e il futuro della democrazia".

Schulz al seggio: "Rappresentiamo forze nuove" "
"Spero che il maggior numero possibile di persone farà uso del diritto di voto per dare forma a un futuro democratico, dando voce ai partiti democratici. Abbiamo visto anche negli ultimi giorni che molti elettori non hanno ancora deciso per chi votare, e spero che molti di loro sceglieranno il mio partito, e sono ottimista che l'Spd avrà un buon risultato e che la Germania abbia capito quali nuove forze rappresentiamo". Così Martin Schulz. 

Dati su affluenza: quadro disomogeneo
Il quadro dell'affluenza alle urne in Germania è al momento piuttosto disomogeneo: la partecipazione è molto alta nelle grandi città, molto bassa in alcuni Laender. A Monaco di Baviera ad esempio, aveva votato alle 12 oltre il 57% della popolazione, che significa un aumento di 10 punti percentuali rispetto al 2013; oltre al voto postale, nettamente superiore alla media. Alta affluenza anche a Francoforte e Amburgo, riporta lo Spiegel. Nella Bassa Sassonia invece l'affluenza alle 12 è stata molto più bassa di quattro anni fa, appena il 32%, 6 punti percentuali in meno, come nello Schleswig-Holstein. A Berlino, dove sono chiamati alle urne circa 2,5 milioni di persone, si sono recati alle urne il 27,1% , poco di più di quattro anni fa. Nella capitale, dove oggi era prevista anche una maratona, si vota anche per il referendum sul futuro dell'aeroporto di Tegel.
Condividi