Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Germania-il-parlamento-approva-le-nozze-omosessuali-Merkel-ha-votato-no-b7bda3ea-644a-4636-9c54-bcd9f436f419.html | rainews/live/ | true
MONDO

23.mo Paese al mondo ad avere l'eguaglianza dei matrimoni

Germania, il parlamento approva le nozze omosessuali. Merkel ha votato 'no'

Votazione storica dopo la sfida elettorale Schulz-Merkel. La cancelliera: "Per me il matrimonio è fra un uomo e una donna". Schulz: fare progressi è possibile

Condividi
Il Bundestag tedesco ha approvato a maggioranza il matrimonio egualitario. La legge passata con i voti dei deputati socialdemocratici, della Linke e dei Verdi oltre a qualche 'si' di parlamentari conservatori, a cui era stata lasciata libertà di voto. Si tratta di un voto storico, in Germania, che rende possibile la piena parificazione delle unioni gay con i matrimoni eterosessuali. Incalzata dagli alleati socialdemocratici e dall'opposizione, nei giorni scorsi Angela Merkel aveva aperto a sorpresa al voto di coscienza. Per il matrimonio gay hanno votato sì 393 deputati, in 226 hanno votato no e 4 si sono astenuti.

Merkel ha votato 'no': "Per me le nozze sono fra uomo e donna"
La Merkel ha argomentato il suo voto comparendo brevemente dinanzi alla stampa subito dopo il plenum del Bundestag. La cancelliera ha ricordato che negli ultimi anni erano state eliminate "passo dopo passo" le discriminazioni per le coppie omosessuali, ma mancava il diritto di adottare bambini; e dopo aver riflettuto al lungo sul benessere dei minori, ha detto, è arrivata alla conclusione che "anche l'adozione dovrebbe essere possibile" per le coppie omosessuali.

Tuttavia, a suo giudizio l'articolo 6 della Costituzione tedesca, quando segnala che "il matrimonio e la famiglia si trovano sotto la protezione speciale dell'ordine statale", sta parlando del matrimonio tra un uomo e una donna. Merkel, consapevole della diverse opinioni nel suo partito, ha deciso di lasciare ai deputati del gruppo parlamentare conservatore la libertà di votare secondo coscienza. La cancelliera ha anche definito "emozionante", anche per lei, il dibattito derivato dal via libera parlamentare, si è augurata che ora non si perda il rispetto e che, con il voto, si sia generato pace sociale e coesione.

Schulz si felicita: fare progressi è possibile
Martin Schulz, il candidato Spd alla cancelleria, ha espresso soddisfazione per l'approvazione da parte della camera bassa del parlamento del testo di legge che autorizza i matrimoni omosessuali in Germania. "Fare progressi è possibile. Siamo ora il ventitreesimo Paese al mondo ad avere l'eguaglianza dei matrimoni. Sono felice per tutte le future coppie sposate", ha twittato il candidato socialdemocratico alla cancelleria tedesca. Schulz prima dello storico voto del Bundestag aveva dichiarato che non avrebbe mai preso parte a una coalizione di governo senza l'impegno a istituire le nozze gay. Un avvertimento in vista delle legislative di fine settembre, in cui il candidato Spd sfiderà Angela Merkel, senza grandi speranze di sconfiggerla, secondo gli attuali sondaggi. 
Condividi