Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Gilet-Gialli-Macron-Taglieremo-le-tasse-ma-no-alla-patrimoniale-afec9fbe-4fad-49aa-9b30-0884b672de76.html | rainews/live/ | true
MONDO

Parigi

Gilet Gialli, Macron: "Taglieremo le tasse, ma no alla patrimoniale"

Il presidente promette importanti sgravi per lavoratori e classe media. "La protesta ha permesso di 'rivelare angoli morti della società" ha detto annunciando le misure in risposta alla contestazione dei gilet gialli . "Penso che gli orientamenti adottati in questi 2 anni siano giusti"

Condividi

Il presidente francese Emmanuel Macron ha annunciato oggi le misure in risposta alla contestazione dei gilet gialli. Un annuncio che era previsto lunedì 15 aprile, ma il discorso è stato rinviato a causa dello scoppio dell'incendio alla cattedrale di Notre-Dame a Parigi.

Macron ha ribadito il suo no alla principale richiesta dei gilet gialli, il ripristino della patrimoniale sui capitali, ma ha annunciato un significativo "taglio dell'imposta sul reddito" per i lavoratori e la classe media. Per finanziare il taglio delle tasse ha chiesto ai francesi di "lavorare di più".



"Non fermeremo quello che abbiamo cominciato"
"Penso molto profondamente che gli orientamenti adottati in questi ultimi 2 anni siano giusti" ha detto il capo dell'Eliseo, aggiungendo che "sono arrivati i primi risultati". "Ricreiamo dei posti di lavoro, oltre 500.000 in questi ultimi anni, gli investimenti tornano ad aumentare e per la prima volta da anni la nostra crescita è superiore rispetto a quella di diversi paesi vicini".   Di fronte, quindi, alla protesta e alle "preoccupazioni" emerse dal movimento dei gilet gialli e dal successivo Grande dibattito nazionale, "bisognerebbe fermare tutto quanto intrapreso?", si è chiesto. "Io penso tutto il contrario, i fondamentali di questi due anni devono essere protetti e intensificati"

"In prima elementare classi di non oltre 24 alunni"
Il presidente francese non vuole classi "che non superino i 24 studenti". Macron rinnova la sua volontà di istituire "in tutte le scuole, classi a misura d'uomo". "Questo è il momento in cui impari a leggere, scrivere, contare, è un investimento per i nostri figli", ha evidenziato.

"Ora nuovo 'atto' dalla Repubblica"
Macron, ha cominciato la conferenza stampa, annunciando "un nuovo atto della Repubblica" e parlando subito del "movimento inedito" che da 5 mesi agita il paese. "Ci sono state richieste contraddittorie, la protesta è stata strumentalizzata - ha detto - ci sono stati antisemitismo, omofobia, attacchi contro le istituzioni, i giornalisti, le forze dell'ordine. Ma non voglio che la deriva di qualcuno occulti le legittime richieste avanzate all'inizio".

"I gilet gialli esprimono un sentimento di ingiustizia"
I gilet gialli hanno espresso "un sentimento di ingiustizia", il successivo Grande dibattito nazionale ha portato a galla questo "profondo senso di ingiustizia fiscale, territoriale, sociale" ha detto Macron nella conferenza stampa all'Eliseo. Il presidente ha affermato "con umiltà" che il movimento ha consentito di "rivelare alcuni angoli morti della società". Ha citato, fra l'altro, "le famiglie monoparentali, gli handicappati, le pensioni più basse".

Condividi