ITALIA

Tra i feriti anche una donna incinta

Calabria, frontale tra treni carichi di studenti: 15 feriti, 2 in gravi condizioni. Aperta inchiesta

I convogli, due littorine alimentate a gasolio, si sarebbero scontrate frontalmente sulla linea Catanzaro-Cosenza. Almeno 60 passeggeri, una quindicina i feriti: due gravi portati in ospedale con l'elisoccorso. Il sindaco a Rainews.it: "All'ora in cui è avvenuto l'incidente viaggiavano soprattutto studenti". La Procura ha aperto un'inchiesta per disastro colposo

(Foto di www.catanzaroinforma.it/)
Condividi
di Roberta RizzoCatanzaro Due convogli delle Ferrovie della Calabria si sono scontrati frontalmente tra Gimigliano e Cicala, un centro poco distante da Catanzaro. Diversi i feriti: il bilancio provvisorio parla di una quindicina di persone, due in gravi condizioni (un trauma cranico e un trauma toracico) sono state portate con l'elisoccorso nell'ospedale di Catanzaro e Cosenza. Tra i feriti lievi anche una donna al quinto mese di gravidanza: nessuno è in pericolo di vita.

Il sindaco di Gimigliano: "Sui treni c'erano soprattutto studenti"
All'ora in cui è avvenuto l'incidente, poco dopo le 14, sui due treni viaggiano prevalentemente studenti come racconta il sindaco di Gimigliano, Massimo Chiarella a Rainews.it. "Su due convogli complessivamente c'erano circa una sessantina di persone. All'ora in cui è avvenuto l'impatto viaggiano soprattutto studenti". C'era anche una squadra giovanile di calcio, la "Garibaldina" di Soveria Mannelli. Sul posto è intervenuto immediatamente il 118 di Catanzaro, che fa sapere che "la situazione sotto controllo". 

Le cause
I soccorritori hanno incontrato difficoltà a causa della zona montuosa dov'è avvenuto l'incidente. Per il sindaco Chiarella "deve esserci stato un malfunzionamento degli apparati ferroviari. Il binario è unico e gli scambi avvengono nelle stazioni. Sono ferrovie a scartamento ridotto ma tecnologicamente avanzate, sono state modernizzate".

Inchiesta per disastro colposo
I magistrati hanno immediatamente aperto un'inchiesta su quanto avvenuto e procedono, al momento a carico di ignoti, per l'ipotesi di reato di disastro ferroviario colposo. E' stato disposto il sequestro dei mezzi coinvolti nell'incidente e del tratto ferroviario su cui si è verificato, che dunque rimarrà momentaneamente chiuso.

I feriti
I due codici rossi sono stati trasportati con l'elisoccorso a Cosenza e Catanzaro. Si tratta di un uomo e una donna. Quest'ultima è stata ricoverata per trauma cranico nel reparto di rianimazione dell'ospedale di Cosenza. Tra i codici gialli anche una donna in stato di gravidanza. Altre 7 persone hanno riportato lievi ferite come piccole contusioni o traumi. I conducenti dei due convogli non hanno riportato conseguenze. 

L'incidente
Quanto alla dinamica, ancora da ricostruire nei dettagli, si è trattato di uno scontro frontale tra due littorine (tre carrozze in tutto, alimentate a gasolio) delle Ferrovie della Calabria: stavano viaggiando in direzione opposta e si sono scontrate su un tratto a binario unico tra Gimigliano e Cicala. L'impatto tra i due convogli è avvenuto nei pressi del santuario della Madonna di Porto. Sul posto, insieme a polizia, carabinieri e vigili del fuoco, si è recato il sindaco di Gimigliano, Massimo Chiarella, che sta partecipando al coordinamento dei soccorsi.
Condividi