Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Giorgetti-MiniBot-non-sono-verosimili-c44f2f41-6732-4be4-af8f-222e05088623.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Retromarcia

Giorgetti: "I miniBot non sono verosimili"

"C'è ancora chi crede a Borghi? Ma vi sembrano verosimili i miniBot? Se si potessero fare, li farebbero tutti" afferma il sottosegretario. Borghi ribatte che Salvini li vuole e fonti M5S esprimono perplessità: i minibot li voleva la Lega

Condividi

"C'è ancora chi crede a Borghi? Ma vi sembrano verosimili i miniBot? Se si potessero fare, li farebbero tutti". Così il sottosegretario con delega allo Sport, Giancarlo Giorgetti, ha commentato con una battuta l'idea del presidente della commissione Bilancio della Camera. Il sottosegretario, parlando a Losanna con i cronisti che seguono la sessione del Cio per l'assegnazione dei Giochi Olimpici invernali del 2026, stava commentando le ultime indiscrezioni di alcuni bookmaker che danno in vantaggio la candidatura di Stoccolma-Are per la Svezia rispetto a quella italiana con Milano-Cortina. "È come per i miniBot", ha ribadito Giorgetti. 

Giochi 2026, ci attaccheranno su governo e Torino
"Se mi chiederanno dell'instabilità del governo mi sono preparato la risposta. Non vedo cosa c'entri ma può essere uno dei punti su cui cercheranno di attaccarci. Ma non c'entra con il contesto. Il nostro dossier è talmente migliore che ci attaccheranno su punti che magari non c'entrano nulla" dice poi Giorgetti, alla vigilia dell'assegnazione delle Olimpiadi invernali 2026, preceduta dalle presentazioni delle due candidature e da una sessione di domande e risposte con i membri del Cio che sceglieranno fra Milano-Cortina e Stoccolma-Aare.  "Loro punteranno su Torino 2006, sulla vicinanza nel tempo e la legacy degli impianti. Per questo era importante che ci fosse anche Torino. Picchieranno sicuramente su questo. Ma loro hanno perso otto volte... - ha spiegato a Losanna, dopo la prova generale della presentazione della delegazione italiana -.Quello che dovevamo fare lo abbiamo fatto, poi se perdiamo si deve accettare l'esito. Però i posti ci sono, le garanzie ci sono, abbiamo rispettato puntualmente tutto quello che era prescritto. Da casa mi chiedevano un pronostico. Beh, prima di Inter-Frosinone tu dici chi vince, poi l'Inter è sempre Inter, quindi può darsi pure che perda in casa con il Frosinone".

Borghi: nessun problema con Giorgetti, ma Salvini è per i minibot
"Poverino, Giorgetti è lì che aspetta una cosa importante come le Olimpiadi e gli rompono le scatole con i minibot. E' probabile che poi uno sbotti". Claudio Borghi, a Radio Capital, commenta le dichiarazioni del Sottosegretario Giorgetti sui Minibot. A proposito dell'accusa di essere strumenti di pagamento "inverosimili" il Presidente della Commissione Bilancio della Camera risponde che "sono verosimili,vero è che non sono mai stati fatti. E' una cosa che abbiamo discusso tante volte, anche di recente, Salvini è d'accordo. Non c'è alcun incidente con Giorgetti. Certo è una cosa molto coraggiosa, difficile da portare a casa viste le reazioni negative di mezzo mondo". Sulla frase di Giorgetti "c'è qualcuno che crede ancora a Borghi", l'esponente leghista commenta dicendo che non crede a quei "virgolettati delle agenzie, tante volte hanno scritto cose mie che non stavano né in cielo né in terra".

Fonti M5s: li voleva la Lega, sorprende la retromarcia
"Le dichiarazioni di Giorgetti sui minibot? Ci hanno sorpreso, sono una proposta che la Lega ha voluto inserire nel contratto di governo, la retromarcia ci ha sorpreso per questo. Ad ogni modo quel che conta è pagare subito le imprese creditrici, la pubblica amministrazione deve sanare tutti quei debiti che ha con le imprese ormai da troppi anni" dichiarano fonti M5S.

Condividi