Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Giornalista-investigativa-bulgara-stuprata-e-uccisa-8547e288-14e1-4c05-9937-03dce03f87aa.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

Bulgaria, uccisa giornalista investigativa

Condividi
La 30enne giornalista bulgara Victoria Marinova è stata brutalmente uccisa dopo essere stata violentata a a Ruse (Bulgaria settentrionale). L’efferato delitto è stato commesso subito dopo il suo programma televisivo dedicato alla corruzione, malversazione e illeciti finanziari nella realizzazione dei progetti finanziati dall’Ue. Ospiti in studio erano due colleghi-giornalisti testimoni oculari della distruzione di una mole di documenti da parte di una società di consulenza specializzata nella ricerca degli appaltatori per la realizzazione dei progetti europei finanziati dall’Ue.

In precedenza la rivista bulgara “Bivol” (Bufala) ha pubblicato un’inchiesta dedicata alla corruzione nella distribuzione dei fondi Ue dove erano coinvolti, secondo i giornalisti, non solo uomini d’affari e politici locali, ma anche oligarchi russi. In particolare è stato citato il nome del vice-presidente del colosso petrolifero “Lukoil” ed ex membro del Consiglio di Federazione (senatore) della Russia, Ralif Safin.

Proprio questo argomento è stato il tema di discussione nel programma televisivo “Detector” di Marinova. La polizia, tuttavia, ritiene che il delitto non sia legato al lavoro della giornalista, ma pensa a un maniaco o a un ricoverato di un vicino ospedale psichiatrico.
Condividi