Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Giubileo-il-prefetto-Gabrielli-Nulla-che-indichi-Papa-come-obiettivo-d885abda-0d70-421c-a5af-104d361c2103.html | rainews/live/ | (none)
ITALIA

La conferenza stampa

Giubileo, il prefetto Gabrielli: "Nulla che indichi il Papa come obiettivo"

"Quello di oggi è stato un 347esimo del nostro sforzo per il Giubileo che proseguirà per un anno. Gradueremo i dispositivi ma non dobbiamo abbassare la guardia e siamo sicuri che questo impegno porterà nuovamente la gente a Roma e ad uscire"

Condividi
"Caccia intercettori usati durante il periodo di esposizione del Santo Padre anche se non ci sono indicazioni che indichino il Papa come possibile obiettivo, è un modulo per modulare i dispositivi di sicurezza che non possono essere continuativi". Così il Prefetto Franco Gabrielli, nel corso di una conferenza stampa, è tornato a parlare delle sicurezza intorno al Giubileo Straordinario che ha appena preso il via. "Per la natura di questi eventi - ha aggiunto il prefetto -, la presenza del Papa può concentrare molte persone che potrebbero essere loro un possibile obiettivo".

"Quello di oggi è stato un 347esimo del nostro sforzo per il Giubileo che proseguirà per un anno. Gradueremo i dispositivi ma non dobbiamo abbassare la guardia e siamo sicuri che questo impegno porterà nuovamente la gente a Roma e ad uscire". 

"Non parlerei di flop delle presenze - ha detto ancora Gabrielli -: noi abbiamo sempre parlato di una forbice tra le 50mila e le 100mila presenze convinti più sulla parte bassa delle presenze. In ogni caso abbiamo tenuto sempre molto elevata la security". "L'8 dicembre poi cadeva durante un ponte che tradizionalmente svuota la città di Roma - ha concluso Gabrielli - stimiamo che ci sarà un picco di presenze per la Pasqua".
Condividi