Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Governo-Conte-Appello-alla-maggioranza-per-abbassare-le-tasse-Di-Maio-Ok-faremo-proposte-b075ce41-fc40-4cbb-b37a-f9e1ac75ebb6.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Oggi in Commissione al Senato gli emendamenti alla legge di bilancio

Conte: "Appello alla maggioranza per abbassare le tasse". M5s presenta 400 emendamenti

"La pressione fiscale non è aumentata. Deve vincere la verità, contro le mistificazioni e le menzogne", ha detto il premier in un'intervista al Corriere. Di Maio: "Con il Pd stiamo lavorando bene sulla legge di bilancio e in generale". Emendamento M5s: Chiesa paghi Imu e arretrati. Misiani: "In Parlamento modifiche profonde su plastic tax e auto aziendali"

Condividi
"Sto lavorando con il ministro dell'Economia Gualtieri perché voglio ridurre ancora di più le tasse, come ad esempio quella sulle auto aziendali. Faccio un appello ai gruppi parlamentari di maggioranza a collaborare con il governo, perché tutti ci si impegni a raggiungere questo risultato". Così in un colloquio con "Il Corriere della Sera", il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, che nel giorno degli emendamenti in Commissione alla legge di Bilancio, si rivolge alle forze di maggioranza: "Completiamo l'opera e chiudiamo il cerchio, possiamo essere ancora più ambiziosi".  Al Senato dunque il dibattito sulla manovra economica entra nel vivo e restano da risolvere alcuni nodi della legge, tra cui quelli relativi alla plastic tax, alla tassa sulle auto aziendali. al taglio del cuneo fiscale e alla ricerca di nuove risorse per pensioni e famiglie. 

Il premier replica a quelli che ritiene attacchi strumentali sulla 'manovra delle tasse': "Dopo i notevoli sforzi fatti da tutti noi con la sterilizzazione delle clausole Iva per 23 miliardi, non posso accettare la falsità che questa possa essere descritta come una manovra che aumenta le tasse. La pressione fiscale infatti non è aumentata. Deve vincere la verità, contro le mistificazioni e le menzogne". Stando ai calcoli del governo, le tasse sono "appena il 5 per cento" di una Finanziaria da 30 miliardi. E qui Conte ricorda le "numerose misure a favore delle famiglie e delle imprese, i tre miliardi ai lavoratori e i tre come super bonus".

Di Maio: d'accordo con Conte sull'abbassamento delle tasse
"Siamo in perfetta sintonia col presidente del Consiglio e mi sento di accogliere in pieno, a nome del Movimento, il suo appello per l'abbassamento delle tasse". Così il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, intervenendo alla trasmissione radiofonica "Non stop news" su Rtl. "E' una richiesta ambiziosa", ha proseguito il leader del M5S, "ma io ci sto. Abbiamo trovato 23 miliardi di euro per evitare la Salvini tax, oggi riunirò i ministri del Movimento e faremo proposte sull'abbassamento delle tasse puntando ai tagli degli sprechi". Con il Pd "stiamo lavorando bene sulla legge di bilancio e in generale quando si tratta di affrontare temi concreti questo governo procede, come anche i gruppi parlamentari in Parlamento", ha poi aggiunto Di Maio.

Misiani: modifiche profonde plastic tax e auto aziendali
"In Parlamento lavoreremo per migliorare una serie di norme del decreto fiscale e del disegno di legge di bilancio, dialogando con i gruppi parlamentari e le forze economiche e sociali. Ripenseremo profondamente alcune misure come quelle sulla tassazione delle auto aziendali e la plastica monouso". Lo scrive Antonio Misiani, viceministro Pd all'economia, sulla manovra. "Cercheremo di aiutare gli enti locali, che beneficeranno di stanziamenti senza precedenti per gli investimenti ma continuano a soffrire difficoltà per la parte corrente dei loro bilanci", aggiunge. "Oggi inizia una fase cruciale per la manovra di bilancio - sottolinea Misiani - Dell’impianto della manovra ho parlato più volte: il governo e in particolare il ministro Gualtieri hanno costruito una proposta che ha tutte le potenzialità per fare ripartire l’Italia: stop all’aumento IVA e al super ticket, taglio del cuneo fiscale, gli asili nido gratuiti, un grande piano di investimenti per l’ambiente e le infrastrutture sociali".

M5S: pacchetto di 400 emendamenti
Escludere dalla nuova plastic tax i prodotti monouso in plastica biodegradabile o quelli che contengono almeno il 25% o il 50% di plastica riciclata. Vuoto a rendere non solo per il vetro ma anche per i contenitori di plastica per acqua e bibite,saponi, detersivi, shampoo, e pure per le lattine. Sono alcuni degli emendamenti M5S alla manovra, parte di un pacchetto di oltre 400 proposte di modifica che saranno depositate in commissione Bilancio al Senato. Si chiede anche di esentare tutti i dispositivi sanitari monouso, non solo le siringhe e di ridurre al 5% l'imposizione sulla cancelleria di plastica (come le penne). Tra gli emendamenti anche una detrazione fino a 1000 euro per chi installa a casa i filtri per l'acqua (e 5 mila per chi li mette in bar e ristoranti), un ecobonus per alberghi e strutture ricettive 'eco-sostenibili' e un programma 'Mangiaplastica' con incentivi ai Comuni che installano ecocompattatori.

Chiesa paghi Imu e arretrati
 Poi il Movimento chiede con un emendamento che la Chiesa cattolica paghi l'Imu sui suoi immobili adibiti a bar, ristoranti, alberghi e anche sugli ospedali. Nella proposta di modifica si chiede anche che la Chiesa paghi gli arretrati tra il 2006 e il 2012. Sul Reddito di cittadinanza il Movimento prevede un incentivo ad accettare anche lavori di breve durata o con redditi "marginali" mentre si è all'interno del programma di sostegno. L'emendamento introduce la"sospensione" del beneficio, anziché la decadenza, in caso di variazioni del reddito dovute ad occupazione con lavoro subordinato, sospensione prevista per la durata del contratto. Se il lavoro si protrae oltre la fine dell'anno in cui è iniziato resta la decadenza.

Istruzione, Fioramonti: più fondi a scuola e università o me ne vado
Torna a minacciare le dimissioni dal dicastero dell'Istruzione di viale Trastevere il ministro Fioramonti se dalla manovra economica non usciranno i 3 miliardi che lui ha chiesto che vangano messi a disposizione del mondo della scuola. E a tale proposito il ministro dice di sostenere "l'emendamento proposto dalla senatrice Cattaneo affinché si vincolino 80 dei 140 milioni di euro statali per la copertura dei costi di ideazione, costruzione e mantenimento di facilities nazionali Ht e delle spese di mobilità dei ricercatori di università, Irccs e enti pubblici di ricerca". Secondo il ministro, nell'ambito universitario ci sono atenei che si trovano "a operare in aree socio-economiche ricche e che hanno più facilità a reperire finanziamenti perché gran parte della popolazione studentesca ha un reddito superiore alla no tax area" ma nelle altre aree "accade la dinamica opposta" per cui "il compito dello Stato è fare in modo che tutte le altre città siano messe in condizione di correre "in egual misura. Tanto da spingere per l'introduzione di un "fondo di perequazione".

Provenzano, plastic tax non si tocca
"Si può intervenire su tutto ma togliere la plastic tax assolutamente no". Così il ministro per il Sud Giuseppe Provenzano (Pd) ha risposto a chi gli chiedeva degli emendamenti alla manovra, sottolineando che l'impianto della legge finanziaria "va bene e va difeso". Il ministro ha poi definito "un errore" l'aver chiuso sul nascere la discussione su una "rimodulazione dell'Iva". Andava "abbassata sui beni essenziali e alzata su alcuni beni di lusso. Su questo pero non c'è stataccordo e ognuno deve assumersi le sue responsabilità".
Condividi