Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Goya-e-Bunuel-in-mostra-a-Madrid-ambasciatori-aragonesi-72ebc3cd-1260-4846-974e-44d844a3c377.html | rainews/live/ | (none)
CULTURA

La rassegna fino al 4 marzo

Gli "ambasciatori aragonesi" Goya e Buñuel in mostra a Madrid

Dalle regioni per partecipare alla costruzione culturale del Paese

Condividi
Inaugurata a Madrid la mostra "Goya y Buñuel. Los sueños de la razón". Con la rassegna, la Regione aragonese intende dimostrare che le comunità autonome "possono partecipare alla costruzione culturale del Paese", come ha sottolineato il presidente della Giunta, Javier Lambán, in polemica con le posizioni separatiste di altri.

La mostra, organizzata dalla Regione aragonese con la Fondazione Ibercaja, si svolge al Museo Lázaro Galdiano fino al 4 marzo, ed è curata da Amparo Martínez e José Ignacio Calvo. In seguito, sarà a Saragozza, Calanda (luogo di nascita del regista), quindi in Messico e Stati Uniti.

La rassegna stabilisce delle singolari convergenze tra i due artisti, "aragonesi, sordi e francesizzati". Nonostante fossero nati con 154 anni di differenza, condividevano molte visioni nel loro lavoro: lo sforzo di esplorare le società in cui vivevano, l'acuto spirito critico, la capacità di indagare la parte più intima dell'animo umano. Entrambi furono grandi amanti della libertà. 

Divisa in due sale, l'esposizione mette i visitatori davanti a quadri e disegni di Goya, insieme a fotogrammi e sequenze dei film del regista. Le loro opere, sottolineano i curatori, "avevano la capacità di stimolare l'immaginazione dell'essere umano, e sono simbolo della genialità, del lavoro  e dell'universalità degli aragonesi".

Francisco José de Goya nacque a Fuendetodos, in provincia di Saragozza, il 30 marzo 1746 e morì in Francia, a Bordeaux, il 16 aprile 1828; Luis Buñuel nacque a Calanda, in provincia di Teruel, il 22 febbraio 1900 e morì a Città del Messico, il 29 luglio 1983.
Condividi