Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/Gran-Bretagna-vende-il-proprio-sperma-su-Facebook-e-ora-ha-800-figli-36a2e67e-00a9-4e4b-ba86-fa1e90b1995f.html | rainews/live/ | true
TENDENZE

Offerto alla modica cifra di 50 sterline (66 euro)

Gran Bretagna, vende il suo sperma su Facebook: ora ha 800 figli e spera di raggiungere quota mille

 Lo ha raccontato al programma della Bbc condotto da Victoria Derbyshire Simon Watson, un inglese di 41 anni che riceve le 'ordinazioni' sul proprio profilo. "Ho bambini dalla Spagna a Taiwan" ha detto

Condividi

Basta un profilo Facebook e si può essere padri di 800 bambini in giro per il mondo vendendo in modo 'non ufficiale' il proprio sperma. Lo ha raccontato al programma della Bbc condotto da Victoria Derbyshire Simon Watson, un inglese di 41 anni che riceve le 'ordinazioni' sul proprio profilo e si fa pagare 50 sterline, circa 66 euro, per il 'servizio'. "Di solito ho una richiesta settimana - racconta Watson -, ho fatto il conto di aver avuto almeno 800 bambini finora, in quattro anni spero di superare quota mille. Ho bambini dalla Spagna a Taiwan".

Una volta contattato, Watson dà appuntamento ai clienti in una stazione di servizio di Londra, dove avviene lo scambio. Le persone che lo contattano, spiega l'uomo, si informano soprattutto sulla possibilità che abbia malattie ereditarie, mentre Watson stesso posta on line i risultati delle analisi per le malattie trasmesse sessualmente ogni tre mesi.

La legge britannica non ammette più di dieci figli per ogni donatore di sperma 'regolare'. "Se si va in una clinica della fertilità ci sono un sacco di ostacoli, sessioni di counselling, test, spese elevate - afferma - mentre un donatore privato si può semplicemente incontrare e ottenere ciò che si vuole".

Condividi