Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Gratteri-per-nessun-governo-lotta-alla-mafia-priorita-5baa1e96-2995-4434-bb57-8c8bc6888dd7.html | rainews/live/ | (none)
ITALIA

Lecce

Gratteri: "Per nessun governo la lotta alla mafia è la priorità"

"Falcone e Borsellino si rivoltano nella tomba" afferma il Procuratore di Catanzaro, Nicola Gratteri, alle 'Giornate del lavoro' della Cgil

Condividi

"Chiunque sia stato al potere, di destra, sinistra o centro, non ha mai ritenuto una priorità la lotta alle mafie". Così il Procuratore di Catanzaro, Nicola Gratteri, alle 'Giornate del lavoro' della Cgil.

"La legislazione italiana è la migliore del mondo, ma è sempre arrivata il giorno dopo una strage. Non c'è mai stato un governo, mai un parlamento, che abbiano pensato in modo sistematico di sistemare i codici". Gratteri parla poi di poco impegno per avere più forze dell'ordine in campo: troppe scorte e tutele, per esempio, e "c'è chi si fa accompagnare a casa con la blindata e poi esce in motorino".

"Dico anche sciogliamo la Dia- aggiunge il Procuratore- perché fa esattamente quello che fa la squadra mobile o un reparto operativo dei carabinieri. E' un doppione. Ma mi dicono: poi che scrivono i giornali?". Intanto, "io a volte non faccio le indagini perché non ho persone". E attacca: "Falcone e Borsellino si rivoltano nella tomba". Gratteri fa molti altri esempi e conclude: "E' solo parlare parlare, e non cercare una soluzione. Per questo sono arrabbiato e irriverente".

Il capo della Polizia, Franco Gabrielli, sullo stesso palco ascolta le parole del Procuratore e, rivolgendosi alla platea, scherza: "Ora avrete compreso perché Gratteri non è stato fatto ministro della Giustizia. Se qualcuno aveva dei dubbi su questo ora lo ha ascoltato e ha capito". Poi con tono serio aggiunge: "Non condivido tutto quello che dice, ma molte cose le sottoscriverei e sarei un suo fan".

Condividi