Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Grecia-Tsipras-Accordo-storico-ora-non-dissipare-sforzi-f0926c22-03d3-4fb2-9f3d-2f7aa9d49eba.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

Accordo nella notte a Eurogruppo: alleggerito debito

Grecia, Tsipras: “Accordo storico, ora non dissipare sforzi”

"Abbandonare l'austerity significa che i sacrifici fatti non sono stati vani, che 'Un nuovo giorno sta sorgendo per i greci"

Condividi
Il primo ministro greco Alexis Tsipras saluta "lo storico accordo" trovato nella notte all'Eurogruppo per il quale la Grecia potrà alleggerire il suo debito verso i Paesi dell'eurozona e ricevere un nuovo prestito da 15 miliardi di euro che le garantirà autosufficienza per i prossimi due anni.     

"Abbiamo trovato un accordo storico sul debito", ha detto Tsipras dopo i colloqui avuti con il presidente della Repubblica Prokopis Pavlopoulos per informarlo del risultato incassato a Lussemburgo. "Si apre una nuova pagina per la Grecia, ma dobbiamo stare attenti a non demolire i progressi fatti nel campo delle riforme e degli sforzi di bilancio".

L'intesa, ha sottolineato Tsipras, è anche un debito morale degli europei nei confronti del popolo greco che ha sofferto per otto anni". E ha spiegato: "Avremo sempre degli obiettivi di budget da rispettare, ma spetterà al nostro governo decidere come raggiungerli, e questo è un grande cambiamento".   

La Grecia, ha proseguito, "nei prossimi anni avrà i mezzi per concentrarsi sulla crescita senza più l'incubo del debito". Tsipras ha quindi parlato di "fine dell'incertezza" e di "ritorno alla normalita'" per il popolo greco: "Abbandonare l'austerity significa che i sacrifici fatti non sono stati vani, che 'Un nuovo giorno sta sorgendo per i greci'.

Juncker omaggia la Grecia, questo  un momento storico
"Combatterò sempre per la Grecia, affinché resti nel cuore dell'Europa, voglio rendere omaggio al popolo greco per la loro capacità di recupero, i loro sforzi non sono stati vani. Questo  un momento storico". Lo ha detto il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker secondo quanto ha reso noto un portavoce dell'esecutivo comunitario.

Accordo nella notte a Eurogruppo, alleggerito debito 
Accordo nella notte a Lussemburgo tra i ministri delle Finanze della zona euro sulla Grecia: dopo sei ore di riunione i ministri dell'Eurozona hanno raggiunto l'intesa di principio che potrebbe mettere fine a 8 anni di sorveglianza della Trojka dopo tre piani di salvataggio e di aiuti per Atene.   

L'Eurogruppo ha prorogato di dieci anni le condizioni di rimborso di parte del debito greco, che rimane il livello più alto dell'UE (180% del suo PIL) - e consentirà ad Atene di iniziare a rimborsare solo dal 2032 anziché dal 2022. I 19 hanno anche concesso alla Grecia il pagamento di una quota finale di aiuti di 15 miliardi di euro: di questa somma, 5,5 miliardi sono destinati al servizio del debito e 9,5 miliardi forniranno un "cuscinetto finanziario" di oltre 24 miliardi di euro per i 22 mesi successivi alla sua uscita dal programma.     

In otto anni, la Grecia ha beneficiato di oltre 273 miliardi di euro di assistenza da parte dei suoi creditori in tre differenti programmi di aiuto. La crescita del PIL ha raggiunto l'1,4% nel 2017 e dovrebbe aumentare ulteriormente sia quest'anno (1,9%) che il prossimo anno (2,3%).   

Nella nota finale, l'Eurogruppo ha detto di "accogliere con favore l'impegno delle autorità greche a proseguire e completare tutte le riforme chiave adottate nell'ambito del programma MES e ad assicurare che gli obiettivi delle importanti riforme adottate siano salvaguardati". "L'attuazione di una strategia di crescita ambiziosa e di politiche fiscali prudenti saranno gli ingredienti chiave per la sostenibilità del debito - aggiunge l'eurogruppo - in questo contesto l'Eurogruppo accoglie con favore l'impegno della Grecia di mantenere un avanzo primario del 3,5% del PIL fino al 2022 e, successivamente, di continuare a garantire che i suoi impegni di bilancio siano in linea con il quadro fiscale dell'UE". 
Condividi