Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/I-tunnel-della-Gaza-sotterranea-f12a5cd8-4350-4976-b948-6982e3858e80.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

Medio Oriente

Gaza 'sotterranea'. Ecco i tunnel costruiti da Hamas che Israele vuole distruggere

L'esercito israeliano cerca le decine e decine di tunnel, lunghi chilometri, che Hamas ha costruito nella Striscia di Gaza per portare viveri alla popolazione e penetrare in territorio israeliano. 

Condividi
di Carlotta Macerollo L'operazione di terra nella Striscia di Gaza è iniziata per dare la caccia ai tunnel sotterranei di Hamas che dal cielo non possono essere né localizzati né distrutti. Sono il cordone ombelicale che nella Striscia isolata garantisce la sopravvivenza delle famiglie, il commercio e il contrabbando e il rifornimento di armi ai combattenti. Ma nella nuova, gravissima crisi che sta insanguinando il Medio Oriente hanno anche un ruolo tattico fondamentale: mercoledì scorso, alcuni guerriglieri di Hamas sono riusciti a penetrare nello Stato di Israele, ad un chilometro dal kibbutz di Sufa, nel Neghev occidentale: avrebbero raggiunto le case, rapito gli abitanti o compiuto un massacro se non fossero stati intercettati da una vedetta e cacciati da un drone israeliano.

I tunnel sotto terra
La Striscia di Gaza è un fazzoletto di terra schiacciato tra Egitto e Israele: 360 chilometri quadri dove si affollano 1 milione e 800 mila persone. E' isolata di fatto: la chiusura dei confini e l'embargo sono in vigore da quando Hamas ha preso il potere nel 2007: secondo Israele ed Egitto, l'obbiettivo è impedire ad Hamas di trasportare nella Striscia materiali per costruire armi. 

Impenetrabile, o quasi, il passaggio via terra con un muro alto sette metri, sigillato il cielo con il sistema antimissile "Iron Dome", Hamas ha sfruttato il sottosuolo per cercare di portare cibo e generi di prima necessità al suo popolo o anche la guerra nel territorio israeliano. L'intelligence israeliana raccoglie informazioni sui tunnel sotterranei da anni, anche utilizzando spie e infiltrati nella Striscia.

Sono decine, profondi anche 30 metri
I tunnel sono decine: alcuni sono profondi anche 30 metri; i più piccoli sono lunghi circa 250 metri, larghi e alti un metro e mezzo, mentre i maggiori permettono anche il passaggio di automobili. Si stima che circa 200 auto alla settimana entrino a Gaza attraverso i tunnel, oltre ad animali, generi di prima necessità, armi, munizioni.

Realizzare un tunnel di due chilometri costa, presumibilmente, due milioni di dollari, molti rischi e tanto tempo. Hamas non bada a spese e recluta decine di ragazzi della Striscia che scavano in turni da dodici ore al giorno, con il pericolo continuo di crolli, per un salario minimo.

Dentro i tunnel
Per nasconderla ai droni israeliani, l'apertura dei cunicoli è sempre all'interno di una casa o comunque sotto un tetto. Le pareti sono sostenute da lastre di cemento. Lungo il tragitto corrono i fili della corrente elettrica e delle comunicazioni. In alcuni cunicoli si può camminare in piedi.
Condividi