Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Il-Portogallo-tassera-i-pensionati-europei-addio-esenzione-fiscale-per-i-nuovi-arrivati-47c6bcf1-c19d-4e5e-a05d-efc62580563e.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

La misura di Lisbona

Il Portogallo tasserà i pensionati europei: addio esenzione fiscale per i nuovi arrivati

La misura non toccherà i circa 3mila pensionati italiani che nello scorso decennio hanno deciso di sfruttare questa opportunità trasferendosi a Lisbona e nell'Algarve, al sud del Portogallo, ma peserà sui chi invece aveva intenzione di seguirli

Condividi
Addio paradiso fiscale per pensionati in Portogallo, anche se solo in parte.

Il governo portoghese di Antonio Costa ha deciso di modificare il regime fiscale per i residenti non abituali, contestato da alcuni paesi nordici come Finlandia e Svezia, che garantiva l'esenzione totale dalle imposte per i pensionati che decidevano di lasciare il proprio Paese per andare a vivere in Portogallo per almeno sei mesi all'anno.

La modifica al regime è arrivata del Partito socialista, sotto forma di emendamento alla legge di bilancio 2020 presentata ieri al Parlamento.

D'ora in poi al posto della totale esenzione sarà prevista una aliquota del 10% su tutte le pensioni pagate dal Paese d'origine: la tassa del 10% sarà valida esclusivamente per i nuovi aderenti al regime fiscale, e dunque non sarà retroattiva.

Lanciato nel 2009 per attrarre investimenti stranieri, il regime fiscale aveva creato scontento tra gli altri paesi europei, con Bruxelles molto attenta alle distorsioni che questa politica potrebbe generare: in questo modo il governo di Costa intende rispondere almeno parzialmente alle critiche.

La misura, come detto, non toccherà i circa 3mila pensionati italiani che nello scorso decennio hanno deciso di sfruttare questa opportunità trasferendosi a Lisbona e nell'Algarve, al sud del Portogallo, ma peserà sui chi invece aveva intenzione di seguirli.
Condividi