Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Il-monito-di-Papa-Francesco-Credente-non-puo-parlare-di-poverta-e-fare-vita-da-faraone-854423ed-1ab4-4713-b23f-09395a6e751e.html | rainews/live/ | true
MONDO

Vaticano

Il monito di Papa Francesco: "Credente non può parlare di povertà e fare vita da faraone"

Il Pontefice mette in guardia dalla "tentazione della corruzione" che c'è sempre nella vita pubblica, "sia politica, sia religiosa"

Condividi
"Se un credente parla della povertà o dei senzatetto e conduce una vita da faraone: questo non si può fare". È il monito del Papa lanciato in un'intervista al giornale di strada olandese Straatnieuws. Mette in guardia dalla "tentazione della corruzione" che c'è sempre nella vita pubblica, "sia politica, sia religiosa".

Un'intervista realizzata il 27 ottobre ma nei giorni dello scandalo Vatileaks 2 il monito del Papa contro la corruzione e le tentazione assume un particolare significato. "Vorrei sottolineare due tentazioni. La Chiesa deve parlare con la verità e anche con la testimonianza: la testimonianza della povertà. Se un credente parla della povertà o dei senzatetto e conduce una vita da faraone: questo non si può fare. Questa è la prima tentazione. L’altra tentazione è di fare accordi con i governi. Si possono fare accordi ma devono essere accordi chiari, accordi trasparenti".

Poi fa un esempio: "Io ricordo che una volta con molto dolore ho visto - quando l'Argentina sotto il regime dei militari è entrata in guerre con la Gran Bretagna per le Isole Malvine - che la gente dava delle cose, e ho visto che tante persone, anche cattolici, che erano incaricati di distribuirle, le portavano a casa. C'è sempre il pericolo della corruzione".

Ha parlato anche delle sue elezione al pontificato, "è venuto e non l'aspettavo. Non ho perso la pace. E questo è una grazia di Dio. Non penso tanto al fatto che sono famoso. Dico a me stesso: adesso ho un posto importante, ma in dieci anni nessuno ti consocerà più (ride). Sai, ci sono due tipi di fama: la fama dei 'grandi' che hanno fatto grandi cose, come Madame Curie, e la fama dei vanitosi. Ma quest'ultima fama è come una bolla di sapone".


 
Condividi