Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Il-petrolio-ai-massimi-da-sei-mesi-In-borsa-affossa-le-compagnie-aeree-7d03a2bc-2b17-4368-8c8d-c6e860dc0b73.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Mercati

Il petrolio ai massimi da sei mesi. In Borsa affossa le compagnie aeree

Condividi
di Fabrizio Patti Milano Sono il petrolio e i dividendi la chiave per interpretare la giornata di Borsa.
 
A Milano il Ftse Mib perde lo 0,40%. Negative attorno ai due decimi di punto anche Parigi e Francoforte. Oggi invece positiva Londra, +0,3.

In tutta Europa cali vistosi per le compagnie aeree, Lufthansa -2,46%, EasyJet -3,90%, Iag -3,55%.

Pesa il rialzo del petrolio, con il Brent ora a 74,47 dollari al barile dopo la decisione degli Stati Uniti di non estendere le esenzioni alle importazioni dall'Iran e le tensioni che permangono in Libia e Venezuela.

Prima della pausa pasquale il Brent era sotto i 72 dollari, a inizio anno poco sopra i 50. Anche il Wti è sopra i 66 dollari. Valori ai massimi da sei mesi.
 
I migliori titoli del Ftse Mib sono energetici: Saipem e Tenaris, con rialzi oltre il 3%, ed Eni, +2%.
 
Tra i peggiori i titoli che oggi hanno distribuito il dividendo: Fiat Chrysler, Unicredit e Fineco, ma anche St Microelectronics, -2,4%. La perdita maggiore è ancora di Juventus, -4%. Fuori dal mercato principale la Lazio perde il 5% mentre sale del 5% Ovs.
 
Lo spread torna a salire. E' a 264, con rendimento al 2,69 per cento. Ne risentono in bancari, il cui indice di riferimento a Milano cala dell’1,4 per cento.
Condividi