Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/Il-premio-Nobel-per-la-fisica-a-Kajita-e-McDonald-e-agli-studi-sulla-massa-dei-neutrini-988711f9-9483-4f49-8612-9a830fffef40.html | rainews/live/ | true
SCIENZA

A Stoccolma

Il premio Nobel per la fisica a Kajita e McDonald e agli studi sulla massa dei neutrini

Il primo è un giapponese, il secondo un canadese. Con i loro studi hanno dimostrato la metamorfosi di queste piccolissime particelle e "dando una nuova immagine dell'Universo" 

Condividi
Il Nobel per la Fisica 2015 è stato assegnato allo scienziato giapponese Takaaki Kajita e al collega canadese Arthur B.McDonald. Lo ha reso noto l'Accademia svedese a Stoccolma. I due studiosi sono stati premiati per "la scoperta delle oscillazioni del neutrino che mostra come i neutrini abbiano una massa".

In particolare Takaaki Kajita ha scoperto che i neutrini presenti nell'atmosfera cambiavano identità nell'esperimento Superkamiokande. Nel frattempo, in Canada, Arthur B. McDonald dimostrava che i neutrini provenienti dal Sole non scomparivano
nel percorso verso la Terra, ma assumevano un'identità diversa.

I due studiosi, dunque, a distanza hanno dato un contributo chiave alla comprensione della 'metaformofosi' dei neutrini, il processo secondo il quale ognuno dei tre tipi di neutrini esistenti cambiano identità, assumendo quella di uno degli altri 'membri' della loro famiglia. Per il Comitato Nobel questa scoperta ha aperto la strada a una nuova immagine dell'universo. 

Ottenendo il secondo Nobel assegnato nel 2015, il giapponese Kajita e il canadese McDonald hanno ricevuto il premio di 8 milioni di corone svedesi, pari a 962mila dollari. Il giapponese lavora nell'esperimento Superkamiokande dell'università di Tokyo, e il canadese Arthur B. McDonald fa parte dell'esperimento Sudbury Neutrino Observatory Collaboration e lavora nella Queen's University di Kingston. 
Condividi