MONDO

Nursultan Nazarbaev

Il presidente del Kazakistan: no ai vestiti neri al di fuori del lutto

Condividi
Il presidente del Kazakistan, Nursultan Nazarbaev, in un incontro con alte cariche religiose musulmane, ha lanciato l’iniziativa di vietare per legge ai cittadini del paese di indossare abiti neri al di fuori del periodo di lutto. 

Nazarbaev ha posto l’accento sulla mancanza di cultura religiosa: “A causa della mancanza della cultura religiosa i nostri giovani si fanno crescere la barba e si accorciano i pantaloni. Sono sempre in aumento le ragazze kazake che si coprono totalmente con abiti neri. Tutto ciò non corrisponde né alle nostre tradizioni né al nostro popolo. Bisogna introdurre il divieto di tutto ciò per legge. I kazaki indossano abiti neri solo nel periodo di lutto”.

Il presidente kazako ha sottolineato l’assenza di un legame tra abiti neri e religione, affermando che il suo Paese deve essere “laico e sviluppato”: “Il vero musulmano non si distingue per gli abiti che indossa, ma la sua distinzione sta nella fede interiore”. 

Il nero è il colore dei jihadisti dell'Isis.
Condividi