Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Ilaria-Alpi-Il-piu-crudele-dei-giorni-film-4417ac13-6a9d-438e-b3a1-f7e1a42356bb.html | rainews/live/ | (none)
CULTURA

Il film per non dimenticare

Ilaria Alpi, Il più crudele dei giorni

Racconta l'ultimo mese di vita di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, uccisi a Mogadiscio, in Somalia, il 20 marzo 1994

Giovanna Mezzogiorno
Condividi
Ilaria Alpi - Il più crudele dei giorni è un film del 2003 diretto da Ferdinando Vicentini Orgnani che racconta l'ultimo mese di vita di Ilaria Alpi, giornalista Rai, e del suo operatore di ripresa Miran Hrovatin, uccisi a Mogadiscio, in Somalia, il 20 marzo 1994. 

Un'indagine tra intrighi internazionali
Un'indagine che scava tra intrighi internazionali, depistaggi e false testimonianze. Una storia realmente accaduta, una trama difficile da interpretare, un intreccio complesso da indagare: la morte di Ilaria Alpi e del suo cameraman Miran Hovratin.

Il film
La giornalista inviata del Tg3, interpretata da Giovanna Mezzogiorno, inizia la sua inchiesta in Jugoslavia dove scopre un  trasporto illecito di sostanze tossiche su una nave che viaggia verso la Somalia. La dedizione e la passione per il  suo lavoro la portano a ripartire alla volta di Mogadiscio in cerca della verità. Ilaria Alpi e il suo operatore scoprono un vero e proprio traffico di armi dall'occidente verso la Somalia, che alimenta la guerra nel corno d'Africa. Una verità scomoda e una ricerca che condurrà entrambi alla morte, con una fredda esecuzione da parte di un commando somalo che stronca le loro vite. 
Condividi