Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/Immigrato-nsegnante-per-disabili-militare-in-Afghanistan-ecco-gli-eroi-premiati-da-Matterella-ec6b6039-424e-45bb-a706-90c3cfe1b761.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Mattarella conferisce le onorificenze

Il maestro che torna a insegnare,l'esule,la militare in Afghanistan:ecco gli eroi della nuova Italia

ll Capo dello Stato ha conferito 18 onorificenze al Merito della Repubblica -dal titolo di Cavaliere a quello di Commendatore- a cittadini italiani e stranieri che si sono distinti per la loro attività civica. C'è la psicologa che si occupa di stalking, l'infermiere di Emergency contagiato dall'Ebola, la fondatrice di una organizzazione che a Malta si occupa di migranti 

Condividi
L'infermiere sardo contagiato dal virus dell'Ebola, la prima donna comandante di una nave militare, il cittadino del Bangladesh che si è tuffato nel Tevere per salvare una donna caduta in acqua e la militare che ha salvato la vita ai commilitoni durante un attacco alla base italiana in Afghanistan. Sono loro alcuni degli eroi d'Italia insigniti dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il Capo dello Stato Mattarella, ha conferito, motu proprio, 18 onorificenze al Merito della Repubblica a cittadini italiani e stranieri che si sono distinti per la loro arrività civica: atti di eroismo, impegno nel volontariato, nell'integrazione, nella legalità, nel soccorso ai migranti, nella disabilità, nella cittadinanza attiva, nel contrasto ai fenomeni di violenza.

Gli eroi d'Italia
Tra i premiati c'è Sobuj Khalifa, 32 anni nato in Bangladesh che si è gettato nel Tevere per salvare una donna caduta in acqua a Roma, consapevole del fatto che, essendo senza permesso di soggiorno, avrebbe potuto finire per essere identificato ed espulso. C'è una donna militare, il caporal maggiore scelto Monica Graziana Contrafatto, 34 anni, che nel 2012, nel corso di un attentato ad opera di un gruppo di talebani a una base italiana in Afghanistan, con il suo operato ha permesso ai colleghi di raggiungere i bunker e mettersi in salvo, perdendo una gamba. Ancora Stefano Marongiu, 37 anni, infermiere di Cagliari, contagiato dall'ebola nel corso di una missione con Emergency in Sierra Leone. Catia Pellegrino, la prima donna comandante di una nave militare, dal 2014 è Ufficiale al comando del pattugliatore Libra con il quale, nell'ambito della Missione Mare Nostrum, ha coordinato molti drammatici salvataggi in alto mare. 

Assitenza ai disabili, stalking e usura
Premiati anche gesti meno eclatanti e più quotidiani, come quelli di Anna Costanza Baldry, 45 anni, inglese, psicologa che da anni si occupa dello sportello antistalking della provincia di Roma; o di Regina Egle Liotta, 40 anni, che nel 2014 insieme al marito Christopher, ha fondato Moas, organizzazione con sede a Malta che a oggi ha salvato migliaia di migranti in mare. O ancora Daniela Boscolo, 49 anni, insegnante di sostegno all'Istituto tecnico economico C. Colombo di Porto Viro (Rovigo), che ha realizzato alcuni progetti di successo nell'ambito dell'inclusione socio-scolastica dei ragazzi con disabilità. C'è anche un altro insegnante: professore di storia e filosofia al liceo che ha accolto nella sua casa di Treviso sei giovani profughi. Daniele Marannano che nel 2004 fonda l'Associazione Antiracket Addiopizzo per la promozione di un'economia libera dalla mafia.

Cavaliere, Commendatore, Ufficiale
I 18 insigniti variano dal titolo di Cavaliere a quello di Commendatore. Cavaliere: si rende merito a un gesto (molto spesso si tratta di candidati giovani 30-40 anni). Ufficiale: non si premia solo un gesto ma una condotta prolungata nel tempo (tra i 40 e i 70 anni). Commendatore: si riconosce una condotta tenuta nel corso di tutta la vita, i candidati hanno rappresentato nel corso della loro vita un esempio di buon cittadino (70 anni e oltre). Grande Ufficiale e cavaliere di Gran Croce: gesto o condotta di eccezionale rilevanza per il Paese.  
Condividi