Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/In-diretta-tv-da-Itaca-Tsipras-celebra-la-fine-recessione-austerita-Per-la-Grecia-si-apre-una-nuova-era-5f1fd403-d03b-45e9-bb51-da1129ed1aef.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

Atene non più sotto tutela

In diretta tv da Itaca Tsipras celebra la fine dell'austerità: "Per la Grecia si apre una nuova era"

Questo messaggio sigilla la fine degli otto anni di aiuti sotto rigida tutela da parte dei creditori internazionali, cioè Ue, Fmi e Bce. Il premier, al potere da gennaio del 2015, aveva dovuto firmare a luglio di quell'anno il terzo e ultimo piano di prestiti per Atene

Condividi
La Grecia "riprende oggi in mano il suo destino" e "l'Odissea moderna che il nostro Paese ha attraversato dal 2010 è finita". Così il premier greco, Alexis Tsipras, in un discorso trasmesso in tv dall'isola di Itaca, punto di partenza e di arrivo di Ulisse nell'Odissea di Omero, in occasione dell'uscita della Grecia dai programmi di aiuti internazionali.

In diretta tv da Itaca: "Si apre una nuova era"
Si apre "una nuova era" ed è "una giornata storica, quella della fine delle politiche di austerità e della recessione", ha affermato Tsipras. L'intervento, durato una decina di minuti, è stato trasmesso dalla tv pubblica Ert. Tsipras, in camicia bianca, lo ha pronunciato all'aperto, con vista sul porto dell'isola altamente simbolica.

Citando delle espressioni celebri dell'Odissea, il premier greco ha elogiato il coraggio e "la capacità dei greci, che come Ulisse hanno saputo affrontare le "isole Simplegadi" della recessione.

Questo messaggio sigilla la fine degli otto anni di aiuti sotto rigida tutela da parte dei creditori internazionali, cioè Ue, Fmi e Bce. Il premier, al potere da gennaio del 2015, aveva dovuto firmare a luglio di quell'anno il terzo e ultimo piano di prestiti per Atene.

Lunedì i dirigenti dell'Unione europea, il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk e il presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker, ma anche i leader di Francia e Germania, hanno accolto l'uscita della Grecia dai piani di aiuto elogiando "gli sforzi e i sacrifici dei greci", come pure "la solidarietà" degli europei durante la crisi del debito. 
Condividi