Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/In-migliaia-a-piazza-del-Popolo-per-i-funerali-di-Fabrizio-Frizzi-871117de-e111-41ff-b5a5-1644ff97f570.html | rainews/media/ | (none)
ITALIA

Chiesa gremita, qualche problema all'ingresso per la calca

In migliaia a piazza del Popolo per i funerali di Fabrizio Frizzi

Condividi
Un lungo applauso ha omaggiato l'arrivo del feretro di Fabrizio Frizzi all'ingresso della Basilica di Santa Maria in Montesanto, meglio conosciuta come Chiesa degli Artisti a Roma. C'è chi si è fatto il segno della croce e chi ha cominciato a correre avvicinandosi alla chiesa. Parenti, colleghi e amici all'interno della chiesa gremita con qualche problema avuto con la sicurezza agli ingressi. Tra le corone di fiori quelle degli 'amici di Sky', dove lavora Carlotta Mantovan, la moglie di Frizzi, 'gli amici de I fatti vostri' e dei 'condomini di via Cortina d'Ampezzo', dove il conduttore abitava. All'esterno della piazza, completamente transennata, migliaia di persone che seguono la cerimonia da un maxischermo.

Stamattina, tra le 8.00 e le 10.30, oltre 1.500 persone hanno reso omaggio a Frizzi nella camera ardente allestita da ieri nella sala degli Arazzi della Rai di viale Mazzini. Tra loro anche la presidente della Rai Monica Maggioni ha sostato a lungo davanti alla bara. Poi il feretro è stato trasferito alla Chiesa degli Artisti.

Don Insero, combattente generoso e con sorriso
"In Rai mi hanno confidato che negli ultimi mesi lo chiamavano il combattente con il sorriso. Il sorriso era la sua forza". Così don Walter Insero durante l'omelia per il funerale di Fabrizio Frizzi. "La cifra dell'esistenza di Fabrizio è stata la generosità", ha detto Insero, ricordando anche la sua "capacità di provare compassione". "L'amore che sta ricevendo dimostra che sta raccogliendo quello che ha seminato", ha aggiunto. 

Le maestre della figlia, padre sempre presente
"Un padre sempre presente nella vita della piccola Stella: una bimba sempre allegra, gioviale e piena di vita". Tra i tanti che stanno partecipando ai funerali ci sono anche le due maestre di Stella Frizzi, Sara e Francesca. "Stella ha il sorriso del papà - spiega Sara - e la forza della mamma". Le due maestre sono commosse e hanno quasi pudore a parlare."Di Frizzi il ricordo più bello - racconta Francesca - è quello di Natale, quando Stella presentò la recita dell'intera scuola dell'infanzia e il padre si commosse".    

Conti, un fratello, non riesco a dire altro
"Per me era un fratello, non riesco a dire altro". Lo ha detto Carlo Conti arrivato alla Chiesa degli Artisti. Tra gli altri volti noti già arrivati Simona Ventura, Anna Foglietta, Paola Cortellesi con il marito Riccardo Milani, Zoro, Paola Saluzzi, il grande amico Max Biaggi, Emanuela Aureli ,Paolo Bassetti, Max Tortora, Marco Columbro e Flavio Insinna.

Ventura, collega eccezionale di grande umanità
Era un collega eccezionale sempre pronto a dare una mano agli altri. Mi ricordo una volta nella quale ero scoperta per 'Quelli che il Calcio', mi disse 'vengo io Simona non ti preoccupare'. Persone come lui non ci sono più nel mondo veloce e se vogliamo crudele di oggi". Lo ha detto Simona Ventura. "Era una persona fantastica - ha aggiunto - ricorderò per sempre la sua umanità. Per questo piango di rabbia sul fatto che se ne vadano persone come lui, la vita è ingiusta". La conduttrice ha ricordato che "l'ultima volta avevo incontrato Fabrizio a un altro funerale; soffriva molto ma in silenzio, non ha mai voluto parlare della sua malattia così crudele e malvagia. Questo la dice lunga sullo stile di una persona come lui".

Mannoia, lo amavano tutti
"Lo amavamo tutti, per questo sonoqui". Lo ha detto Fiorella Mannoia arrivando alla Chiesa. La cantante inizialmente non era potuta entrare dall'ingresso laterale, insieme ad altri volti noti come Bianca Guaccero e Fiordaliso, perché la chiesa era già gremita, ma poi è riuscita a passare dall'entrata principale. 

Nipote, sono sicura che ci guarda
"Sono sicura che zio da lassù ci guarda e ride, che è felice di tutto questo. Dobbiamo ricordarlo con gioia. Ci darà lui la forza per andare avanti, per un sorriso". Lo ha detto Caterina Frizzi, nipote del conduttore.

Vicina di casa, mi fu vicino quando morì mio figlio
"Fabrizio mi è stato molto vicino quando mio figlio è morto, corse subito da noi". A parlare è una vicina di casa di Fabrizio Frizzi, Teresa. "Noi viviamo in via Attilio Frigeri (nel quartiere della Balduina ndr) - spiega Teresa - dove Fabrizio ha vissuto con la sua famiglia da bambino e dove ancora oggi vive il fratello Fabio. Fabrizio era allegro sin da piccolo, lo conosco da quando aveva undici anni". 

Pieraccioni, teniamolo sempre nel cuore
"Bisogna dire addio a Fabrizio ma avercelo sempre nel cuore come tutti i personaggi che ci hanno fatto stare bene e che continuerà in qualche modo". Lo ha detto Leonardo Pieraccioni.
Condividi