Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/Incendio-a-Sarno-sul-monte-Saretto-evacuate-le-abitazioni-e-chiuse-le-scuole-4bc79a5d-8db1-46a9-ad48-bc4dd2993991.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Incendio a Sarno sul monte Saretto: evacuate le abitazioni e chiuse le scuole

Condividi
Sette ragazzi, sei minorenni ed un maggiorenne, tutti del posto, sono sospettati di aver appiccato il fuoco sulla collina del Saretto a Sarno (Salerno). Il gruppo è stato
incastrato dalle telecamere della zona. Per ora non ci sono fermi da parte della Procura della Repubblica di Nocera Inferiore (Salerno), che in mattinata ha aperto l'inchiesta, affidando le indagini ai carabinieri della stazione di Sarno e della compagnia di Nocera Inferiore.

Nel corso della giornata sono state effettuate anche diverse perquisizioni. Inizialmente i sospetti erano ricaduti su due minorenni. Le indagini successive hanno individuato anche altri presunti responsabili. Ma l'inchiesta della Procura della Repubblica di Nocera Inferiore prosegue.

Le indagini dopo una notte di paura. Molti cittadini sono stati evacuati e le scuole rimarranno chiuse. Il Sindaco, Giuseppe Canfora, e gli assessori hanno chiesto l'intervento dell'esercito per poi affidare a Facebook lo sfogo per la tragedia che ha colpito la zona: "Sarno, non sappiamo più come difenderti". Per aiutare la popolazione è stato allestito un centro di prima accoglienza, con beni di prima necessità, nella scuola Baccelli. All'interno hanno trovato riparo molti degli sfollati. Quelli che invece sono rimasti all'interno delle loro abitazioni hanno chiuso le finestre, abbassato le tapparelle, evitato di ingolfare i soccorsi liberando strade e vie di fuga. Gli interventi e la solidarietà di un'intera Regione.

Sempre su Facebook è arrivato il ringraziamento del Sindaco: "Grazie ai Carabinieri, alla Polizia di Stato, alla Croce Rossa, ai Vigili del Fuoco, alle Guardie Ambientali, alle Guardie Forestali, alla Protezione Civile, ai Vigili Urbani, alla Provincia, ai tecnici comunali, ai tanti volontari. Grazie ai tanti Sindaci e amministratori per i loro attestati di solidarietà e aiuto. E grazie ai mass-media. Il miracolo si sta compiendo, nonostante il vento forte".
Condividi