Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Ipotesi-dazi-anche-la-vespa-nel-mirino-di-Trump-Facebook-Italia-dice-Protezionismo-mezzo-disastro-72427ee6-3ed4-40aa-934a-148754aef413.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

Guerra commerciale

Ipotesi dazi, made in Italy nel mirino di Trump. Facebook Italia: "Protezionismo è mezzo disastro"

Luca Colombo, country manager di Fb: un controsenso per noi e per attori del settore.  E' stato il Wall Street Journal a rivelare i progetti del tycoon, che riguardano anche la Vespa e l'acqua San Pellegrino. Secondo il quotidiano Usa, si tratterebbe di una ritorsione contro il bando europeo sulla carne di manzo americana trattata con gli ormoni. Gentiloni: protezionismi e muri non possono mettere freno a qualità

Condividi

"Il protezionismo per noi è un mezzo disastro, sta nella missione di Facebook di rendere il mondo aperto e connesso, per tanti attori di questo settore e tante piattaforme digitali è un controsenso". E' il commento di Luca Colombo, country manager di Facebook Italia, sulla stretta di Donald Trump su prodotti di europei e anche sul Made in Italy.

Il presidente Donald Trump starebbe valutando di imporre tariffe commerciali al 100% sulle importazioni negli Usa di alcuni prodotti europei, compresi l'iconico scooter italiano, la Vespa Piaggio, e la regina delle acque minerali francesi, la Perrier. Ma nella lista ci sarebbero anche il formaggio Roquefort e l'acqua San pellegrino. Lo scrive il Wall Street Journal, segnalando che si tratta di una ritorsione contro il bando europeo sulla carne di manzo americana trattata con gli ormoni.

"Il caso della carne fornirà un'indicazione su quanto l'amministrazione intenda essere aggressiva con i partner commerciali", ha osservato il Wall Street Journal, ricordando le promesse elettorali di Trump che ha ripetutamente sventolato la bandiera delle tariffe.



La guerra degli ormoni
La guerra commerciale sulla carne agli ormoni e' un contenzioso di vecchia data tra Usa e Ue: risale al 1998. Nel 2009 era stato negoziato un accordo per cui l'Ue aveva acconsentito ad aprire il suo mercato alla carne americana non trattata con gli ormoni. Stando ai produttori Usa, tuttavia, il mercato Ue non e' stato adeguatamente aperto.

La Commissione Ue aveva quindi proposto di risolvere la disputa nell'ambito dell'accordo commerciale tra le due sponde dell'Atlantico, il Ttip (Transatlantic Trade and Investment Partnership) poi naufragato lo scorso mese di settembre. Secondo i dati del dipartimento del Commercio Usa, la carne e' un settore economico cruciale per il Paese: l'esportazione vale 6 miliardi di dollari l'anno con un indotto di 7,6 miliardi che garantisce 50.000 posti di lavoro.

Gentiloni: dazi? La qualità non ha frontiere
"La qualità non ha frontiere: dazi, protezionismi, chiusure non possono essere barriere che mettono un freno, un muro alla qualità. La qualità è crescita e benessere per tutti", ha detto il premier Paolo Gentiloni, intervenendo alla cerimonia della consegna della nave da crociera Majestic Princess. Da questo punto di vista, Gentiloni ha sottolineato che nell'attività di Fincantieri "c'è la qualità italiana, dobbiamo essere riconoscenti perché coinvolge centinaia e migliaia di piccole e medie imprese italiane". 

Condividi