Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/Iran-al-via-sanzioni-Usa-esentata-ltalia-e-altri-sette-paesi-Rouhani-Le-aggireremo-8c669bea-b65b-4bbd-85e1-ca9d23148932.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

Stati Uniti

Iran: al via sanzioni Usa, esentata l'Italia e altri sette paesi. Rouhani: "Le aggireremo"

Entrano in vigore le regole Usa per prevenire l'export di petrolio da Teheran. Permessi temporanei concessi, oltre che a Roma, a Grecia, Cina, India, Turchia, Corea del Sud, Taiwan e Giappone

Condividi
l segretario di Stato americano, Mike Pompeo, ha annunciato la reintroduzione formale di tutte le sanzioni contro l'Iran che erano state rimosse come parte dell'accordo sul nucleare siglato dalle principali potenze mondiali nell'estate 2015, quando alla Casa Bianca c'era Barack Obama; l'intesa è stata abbandonata unilateralmente da Donald Trump. 

"Puniremo chiunque le violerà" ha detto Pompeo durante una conferenza stampa.Come già era emerso ufficiosamente, l'Italia figura tra le otto nazioni a cui gli Stati Uniti hanno concesso un'esenzione per continuare a comprare petrolio iraniano, seppur temporaneamente e in misura limitata. Anche Cina, India, Grecia, Giappone, Corea del Sud, Turchia e Taiwan (in realtà, gli Stati Uniti non riconoscono Taiwan come Paese, in virtù del principio di 'una sola Cina', ndr) hanno ottenuto l'esenzione.
 
Il presidente iraniano Hassan Rohani ha detto che la Repubblica islamica "aggirerà orgogliosamente le sanzioni" imposte degli Stati Uniti, in vigore da oggi e che colpiscono i settori petrolifero e finanziario. "Annuncio che orgogliosamente aggireremo le sanzioni illegali, ingiuste perché sono contro le direttive internazionali", ha detto in un discorso teletrasmesso. "L'America ha voluto tagliare a zero le vendite del petrolio iraniano.... ma noi continueremo a vendere il nostro greggio, a infrangere le sanzioni". E poi ha proseguito nell'affondo: "Siamo in una situazione di guerra economica, stiamo affrontando una potenza che fa bullismo. Non credo che nella storia dell'America, sia mai entrato alla Casa Bianca qualcuno che è così contro la legge e le convenzioni internazionali".    
 
Migliaia di iraniani sono scesi in piazza domenica a Teheran e in altre città dove si sono rinnovate le manifestazioni per l'anniversario della cattura degli ostaggi nel 1979 nell'ambasciata Usa, qualche mese dopo il trionfo della Rivoluzione Islamica che aveva rovesciato lo scia' Mohammad Reza Pahlavi; e le manifestazioni quest'anno si sono caricate di nuova rabbia antiamericana per le sanzioni volute dal presidente Usa, Donald Trump.    

Annunciate a maggio quando Trump certificò l'uscita degli Usa dall'accordo sul nucleare, le sanzioni penalizzano la vendita del petrolio e le transazioni finanziarie ma prevedono esenzioni per otto Paesi tra i quali dovrebbe esserci l'Italia. Il governo americano ne ha programmato l'entrata in vigore automatica dalla passata mezzanotte secondo l'orario della costa est degli Stati Uniti, quindi dalle 6 del mattino in Italia.
Condividi