Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Isis-rivendica-attacco-a-base-di-Chinegodar-in-Niger-decine-i-militari-rimasti-uccisi-fe1b2656-56eb-4369-91df-2d81dbb31a58.html | rainews/live/ | true
MONDO

Tensione nel Sahel

L'Isis rivendica l'attacco alla base di Chinegodar, in Niger: decine i militari rimasti uccisi

Secondo il governo di Niamey nell'attacco del 9 gennaio scorso sono morti 89 militari e 77 aggressori

Condividi
L'Isis ha rivendicato un attacco ad una base militare nell'Ovest del Niger che il 9 gennaio ha ucciso decine di soldati.

Lo riferisce Site. "Si sono verificati scontri, durati diverse ore, con armi leggere, medie e pesanti, che hanno portato all'uccisione di 100 elementi e al ferimento di altri", si legge nella rivendicazione del gruppo Provincia dell'Africa occidentale dello Stato Islamico (Iswap) tradotto dal sito Usa che monitora le attività terroristiche.

Secondo Niamey nell'attacco alla base di Chinegodar sono morti 89 militari e 77 aggressori.


Quest'anno gli attacchi di militanti islamici sono aumentati di quattro volte in Niger e hanno causato la morte di circa 400 persone, secondo l'Armed Conflict Location & Event Data Project, un'organizzazione indipendente. Nel mese scorso sono stati uccisi 71 soldati in un altro avamposto militare a circa 150 km a ovest di Chinagodrar.

La striscia sub-sahariana del Sahel è in crisi dal 2012, da quando ribelli tuareg e jihadisti hanno preso il controllo di due terzi del nord del Mali, costringendo la Francia a intervenire per respingerli. Da allora però i jihadisti si sono raggruppati e hanno ampliato la loro area di influenza.
Condividi