Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Israele-la-sinistra-si-unisce-per-il-voto-del-2-marzo-edf38e14-570f-490d-9634-ae8cb2a8f011.html | rainews/live/ | true
MONDO

Verso nuove elezioni anticipate

Israele, la sinistra si unisce per il voto del 2 marzo

Laburisti e Meretz insieme per detronizzare Netanyahu

Amir Peretz (Ansa)
Condividi
I due partiti storici della sinistra israeliana, i Laburisti e il Meretz, hanno deciso di unire le loro forze in vista delle elezioni politiche del prossimo 2 marzo con l'obiettivo di detronizzare il premier Benyamin Netanyhau e il suo Likud.

"Non concordiamo su tutto - ha detto il leader dei Laburisti, Amir Peretz, in una conferenza stampa - ma il comune denominatore tra noi è più grande di quello che ci divide. Questa fusione offre una possibilità di rovesciare le politiche di Netanyahu".

Come slogan unitario, i due partiti - che insieme a Blu-Bianco di Benny Gantz rappresentano l'intero centro sinistra - hanno scelto 'Quello che fa la differenza nel voto del 2020'.

Primo passo della Knesset su immunità di Netanyahu
Intanto, un Comitato della Knesset si è espresso per l'istituzione di una Commissione parlamentare che dibatta l'immunità chiesta dal premier Benyamin Netanyhau per le inchieste giudiziarie per cui è stato incriminato dal procuratore generale Avichai Mandelblit. Al termine di due ore di dibattito - più volte interrotto dai parlamentari del Likud, il partito del premier - il Comitato ha deciso con 16 voti a favore e 5 contrari. Nonostante occorra ora il voto dell'intera Knesset per dare il via definitivo alla Commissione - che il Likud non voleva in attesa delle elezioni del 2 marzo prossimo - la maggioranza dell'assise dei 120 deputati ha detto di essere d'accordo con l'istituzione della Commissione, compreso 'Israele casa nostra' di Avigdor Lieberman che ha un pacchetto di voti decisivo.
Condividi