Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Israele-raid-in-Siria-Evacuati-800-Caschi-Bianchi-dal-sud-c4c48f4b-07f8-45f2-9bd3-6adb30605b57.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

Israele evacua 800 Caschi bianchi dal sud della Siria. Netanyahu: chiesto da Trump e Trudeau

Centinaia di membri dei Caschi bianchi, soccorritori candidati al premio Nobel per la pace nel 2016 che lavorano nelle zone ribelli in Siria, sono stati evacuati in Giordania attraverso Israele, di fronte all'avanzata delle forze governative nella regione

Ribelli siriani distruggono armi (Idlib)
Condividi
Sarebbero state le richieste personali del presidente degli Stati Uniti Donald Trump e del premier canadese Justin Trudeau a convincere Israele a dare il proprio contributo per l'evacuazione dalla Siria di centinaia di 'Caschi bianchi',  che hanno soccorso migliaia di civili nelle aree controllate dall'opposizione siriana. Lo ha precisato il premier israeliano Benyamin Netanyahu.

Intanto, secondo i media di Stato siriani, Israele avrebbe condotto un nuovo raid aereo in Siria.

Lo sgombero dei Caschi bianchi arriva mentre il regime di Bashar al Assad è sul punto, con l'aiuto del suo alleato russo, di riprendere ai ribelli gli ultimi settori che controllano ancora nel sud della Siria, in particolare in una regione che confina con la parte del Golan siriano occupata dallo stato ebraico.

Sabato mattina, la radio militare israeliana ha annunciato che ottocento siriani, membri dei Caschi bianchi insieme con le loro famiglie, sono stati evacuati verso Israele e poi trasferiti in Giordania, senza precisare quando l'operazione ci fosse stata. Ad Amman, il portavoce del Ministero degli Affari esteri, Mohammed al-Kayed, ha da parte sua affermato che "il governo ha autorizzato le Nazioni Unite a organizzare il passaggio di circa 800 cittadini siriani attraverso la Giordania perchè siano ricollocati nei Paesi occidentali dopo una richiesta di Gran Bretagna, Germania e Canada".
Condividi