SPETTACOLO

Il video virale della comica americana con un giornalista

Joan Rivers a ruota libera: "Barack Obama è gay, MIchelle una trans"

Bufera dopo le parole dell'eclettica artista statunitense. Reazioni indignate sui social network e dalla comunità transgender. La Casa Bianca non commenta

Condividi
Barack Obama? È il primo 'Commander in Chief' gay. E la first lady Michelle? "Una trans". Forse questa volta Joan Rivers si è spinta troppo oltre.

Le battute sulle inclinazioni sessuali di Barack e Michelle Obama hanno sollevato un polverone in America, Paese tutt'altro che puritano in fatto di comicità. Il punto è che teatro dell'infelice battuta non è stata una trasmissione televisiva o il palco di un teatro. La Rivers è stata intercettata da un reporter in strada e, a 81 anni, ha dimostrato di non aver perso la sua particolare 'verve', spesso considerata politicamente scorretta.

Alla domanda se l'America fosse pronta per una presidente donna, vedi Hillary Clinton, oppure per un presidente omosessuale la risposta è stata immediata: "Abbiamo già un presidente gay, è Obama". Ancor più sorprendente la spiegazione data alle sue parole: "Come, non lo sapete? Michelle Obama è una trans. Una transgender. Tutti lo sanno", spiega la Rivers con aria seria e compassata.

In poche ore il video, postato su tutti i siti americani e trasmesso su tutte le principali tv, è diventato virale, scatenando una marea di reazioni indignate sui social media. Anche da parte della comunità transgender, che non ha gradito il termine 'tranny' usato dalla Rivers, considerato un insulto. Nessun commento, invece, dalla Casa Bianca.





Così la Rivers è stata costretta a rilasciare una dichiarazione ufficiale. Ma senza chiedere scusa o arretrare di un millimetro dalle sue affermazioni: "Io penso che ciò che ho detto sia un complimento", scrive a proposito delle sue parole sulla first lady. "Lei è così attraente, alta, con un corpo molto bello, un gran viso, un gran trucco". Del resto - insiste - "molte delle donne più belle sono transgender". Politicamente scorretta?  "È scorretto - replica - attaccare la mia persona perché sono anziana, donna, ebrea ed eterosessuale". 
Condividi