Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Joshua-Wong-bandito-dal-voto-distrettuale-a-Hong-Kong-4b47c006-290f-4118-9e4d-dd8a94d630b3.html | rainews/live/ | true
MONDO

"Posizioni contrarie alla Basic Law, è per l'autodeterminazione"

Joshua Wong bandito dal voto distrettuale a Hong Kong

Joshua Wong in una foto d'archivio
Condividi
Joshua Wong non potrà correre alle elezioni distrettuali di Hong Kong del 24 novembre: l'ex leader del movimento degli ombrelli del 2014 e tra gli attivisti più in vista delle proteste che da quasi 5 mesi stanno scuotendo la città, è stato squalificato perché la candidatura non rispetta i requisiti delle leggi elettorali.

Il governo ha spiegato che difesa o promozione dell'autodeterminazione dell'ex colonia sono contrarie al requisito secondo cui un candidato deve sostenere la Basic Law (Costituzione locale) e esprimere lealtà a Hong Kong.

Lam nega che la Cina voglia sostituirla
La governatrice Carrie Lam nega l'ipotesi secondo cui Pechino vorrebbe sostituirla a marzo alla guida di Hong Kong, in base a quanto riportato dal Financial Times: in conferenza stampa, la Lam ha parlato di "rumor" e ricordato la smentita del ministero degli Esteri cinese. "Il governo centrale è stato molto d'aiuto e resta fiducioso che io, il mio team e il governo di Hong Kong, in particolare la polizia, saremo in grado di gestire la situazione, porre fine alle violenze e riportare la normalità il prima possibile".  
Condividi