MONDO

L'Europa

Juncker pronto a lasciare? La portavoce smentisce le voci: "Il Presidente non si dimetterà"

Il quotidiano Repubblica aveva citato "fonti autorevoli e concordi" anche nell'indicare l'austero finladese Katainen come possibile successore. La Commissione: "Semplicemente non si candida a un altro mandato"

Jean-Claude Juncker
Condividi
Secondo indiscrezioni di stampa, il presidente della Commissione Europea, Jean-Claude Jùncker, sarebbe pronto alle dimissioni a marzo. In una recente intervista aveva già lasciato intendere che non si sarebbe ricandidato per una nuova presidenza; in verità l'idea di Juncker sarebbe quella di lasciare a metà il suo mandato, contrariato dalla scarsa forza delle politiche dell'Unione, in seguito anche alla Brexit.

Il portavoce smentisce: "Juncker non si dimettera'"
Il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, "non si dimettera'", dice secco il portavoce dell'esecutivo comunitario, Margaritis Schinas. Secondo un'altra portavoce, Mina Andreeeva. Juncker  "e' qui per restare, e combattere tutte le crisi che l'Europa sta affrontando, dalla Grexit alla Brexit a quella dell'immigrazione. E' motivato come il primo giorno".

L'annuncio che sarebbe rimasto solo per un mandato, alla base delle speculazioni sulle sue imminenti dimissioni, risale al 2014, quando e' stato eletto, ricorda la portavoce, e "gli consente di avere un approccio ambizioso e indipendente, specialmente ora che stiamo parlando del futuro dell'Europa".

Lo stesso Juncker, sottolinea la portavoce, solo giovedi' scorso a Monaco ha precisato, riferendosi al fatto che non si ripresentera' per un secondo mancato, che "non lo faccio perche' sono stanco: sono fresco e vitale ma cinque anni sono sufficienti. E fra l'altro non voglio che succeda come con il nostro amico Barroso: dopo la prima meta' del suo mandato, tutti sostenevano che tutto quello che faceva era perche' voleva il secondo. Esattamente quello che io non voglio. Voglio essere un uomo libero e voglio poter dire quello che voglio senza che nessuno pensi che lo faccio perche' voglio compiacere qualcuno".
Condividi