Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Kazakistan-una-donna-costituisce-finto-tribunale-si-nomina-giudice-ed-emette-sentenze-reali-0935f0e7-62a0-47f1-9547-7257d2ac8920.html | rainews/live/ | true
MONDO

Kazakistan: donna costituisce finto tribunale, si nomina giudice ed emette sentenze reali

Condividi
Ad Almaty funzionava un falso tribunale arbitrale, costituito da una donna come società S.r.l. “Tribunale arbitrale internazionale “Adilet”. La signora si è nominata giudice ed emetteva le sentenze in nome della Repubblica del Kazakistan. La finta giudice trattava le pratiche amministrative, penali e civili, registrando le sentenze su carta intestata con simboli e lo stemma dello Stato kazako.

Tra i casi trattati figura la 19enne figlia della finta giudice che ha intentato una causa civile contro un uomo. La madre ha deliberato il risarcimento astronomico per “danni morali e materiali” per l’ammontare di 100 milioni di tenge, equivalente a 235 mila euro. In un’altra causa, dove la stessa finta giudice si era costituita comne parte lesa, ha multato un poliziotto locale per 4,5 mila euro.

In una controversia legale, un ospedale è stato condannato al risarcimento di dieci milioni di tenge, ossia a 23,5 mila euro. La Procura locale ha chiuso il “tribunale” ed ha aperto un’inchiesta penale a carico della sedicente giudice.
Condividi