Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/L-argentina-Pineiro-vince-il-Premio-Pepe-Carvalho-7f177f34-0812-441a-aa98-0c6396567132.html | rainews/live/ | true
CULTURA

Barcellona

Poliziesco, l'argentina Piñeiro vince il "Premio Pepe Carvalho"

Il riconoscimento internazionale è destinato ad autori di gialli e intitolato al detective ideato dallo scrittore catalano Manuel Vázquez Montalbán

La scrittrice argentina Claudia Piñeiro
Condividi
di Bernardino Rinaldo La scrittrice argentina Claudia Piñeiro ha ricevuto ieri a Barcellona il "Premio Pepe Carvalho", riconoscimento internazionale destinato ad autori di polizieschi e intitolato al detective ideato dallo scrittore catalano Manuel Vázquez Montalbán (1939-2003).

Alcuni anni dopo la scomparsa del romanziere, il Comune di Barcellona ha ideato il premio attribuito nell'ambito di BCNegra, un incontro letterario internazionale, per la diffusione del genere. Il riconoscimento, giunto alla XIV edizione, è stato assegnato, tra gli altri, allo svedese Henning Mankell (2007), alla britannica P.D. James (2008), al greco Petros Markarīs (2012), ad Andrea Camilleri (2014) e allo statunitense James Ellroy (2018).

E' la prima volta che il premio viene vinto da un autore latinoamericano. Piñeiro, 58 anni, ha pubblicato cinque gialli, quattro dei quali tradotti in italiano, tutti da Feltrinelli: "Tua" (2011), "Le vedove del giovedì" (2015), "La crepa" (2013) e "Betibú" (2012). Inedito "Elena sabe", del 2006. Di altro genere, ma ugualmente tradotti in italiano, "Un comunista in mutande" (2014) e "Piccoli colpi di fortuna" (2016). Oltre alla narrativa, Piñeiro lavora come giornalista, drammaturga e sceneggiatrice televisiva.

Spesso i suoi romanzi sono stati adattati per il cinema: "Las viudas del jueves" è un film diretto da Marcelo Piñeyro nel 2009, "Betibú" ha la regia di Miguel Cohan (2014), "Tuya" è firmato da Edgardo González Amer (2015) e "Las grietas de Jara" ("La crepa") da Nicolás Gil Lavedra (2018).
Condividi