Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/La-Camera-rinvia-in-commissione-pdl-Costa-sulla-prescrizione-8de376f8-0523-4f16-ad9c-b4a25b015294.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Giustizia

La Camera rinvia in commissione la proposta di legge Costa sulla prescrizione

 A favore ha votato la maggioranza, con l'eccezione di Italia viva che si è astenuta

Condividi
Via libera dell'aula della Camera al rinvio in commissione della proposta di legge Costa sulla prescrizione. A favore hanno votato i partiti di maggioranza, con l'eccezione di Italia viva che ha deciso di non partecipare al voto.

Il deputato del Pd, Walter Verini, ha spiegato le ragioni della scelta. "Consideriamo la legittima iniziativa di Costa - ha detto - un tentativo di colpire il governo e la sua stabilità. Ma è altrettanto legittimo che la maggioranza opponga le sue ragioni a questo disegno. In questo caso, noi non ci limitiamo a rinviare in commissione, noi appoggiamo il rinvio perché contemporaneamente è in corso un lavoro su una cosa che non è secondaria", "siamo al lavoro perché al più presto il consiglio dei ministri approvi una delega con tempi certi e ragionevoli del processo". 

Annibali: Iv non partecipa al voto in attesa di una soluzione condivisa 
La deputata Lucia Annibali ha spiegato le ragioni dell'astensione dei renziani. "La posizione di Italia viva sulla riforma della prescrizione - ha sottolineato - è da sempre stata molto chiara. Anche questa mattina abbiamo ribadito al ministro la nostra contrarietà alla sua riforma su cui chiediamo modifiche sostanziali e lo facciamo dentro la maggioranza", "per queste ragioni scegliamo di non partecipare al voto, per valutare la volontà reale di giungere a una soluzione che sia anche da noi condivisa". 

Gelmini: la maggioranza rinvia per nascondere le divisioni
"Anche rappresentanti della maggioranza, a parole, sostengono la proposta di legge Costa. Sappiamo che ci sono malumori in Italia Viva e nel Pd. Non si possono conculcare i diritti dell'opposizione e i diritti di quest'Aula per provare a nascondere, attraverso un rinvio, le divisioni interne alla maggioranza. Senza la prescrizione gli italiani vengono condannati a un 'fine processo mai', a un vero e proprio 'ergastolo processuale'. Non è pensabile che la proposta di legge Costa non venga valutata e votata. L'Aula deve potersi esprimere". Lo ha detto Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, intervenendo in Aula a Montecitorio in merito alla proposta di legge Costa. 
Condividi