Tutte le notizie di Rai News - ultime notizie in tempo reale - home page, logo rai news Torna su
MONDO

La Corea del Nord annuncia nuovo test nucleare con bomba all'idrogeno: "E' per difenderci dagli Usa"

Inizialmente le autorità sudcoreane e il Servizio geologico americano avevano rilevato un sisma di magnitudo 5.1 a 49 km a nord di Kilju, proprio l'area in cui si svolgono i test nucleari della Nord Corea. Ma gli 007 sudcoreani ritengono che si tratti di una bomba atomica, non all'idrogeno. Le critiche della comunità internazionale. Condanna del Consiglio di sicurezza Onu 

L'esplosione della bomba all'idrogeno testata da Pyongyang
Condividi
Non bastavano le tensioni in Medio Oriente tra Arabia Saudita e Iran. Ora a turbare il già precario assetto mondiale e a preoccupare è la Corea del Nord che ha reso noto di avere condotto con successo un test con una bomba nucleare all'idrogeno. Le autorità sudcoreane e il Servizio geologico americano poco prima avevano rilevato un sisma di magnitudo 5.1 a 49 km a nord di Kilju, l'area dei test nucleari nordcoreani. Uno speaker sulla tv nordcoreana ha detto che Pyongyang ha testato una bomba all'idrogeno "miniaturizzata", elevando "la potenza nucleare" del paese "al livello successivo" e fornendolo di un'arma per difendersi contro gli Stati Uniti e gli altri suoi nemici. Il via libera al test, riferisce una nota di Pyongyang, è stato dato dal leader Kim Jong-un "il 3 gennaio". La bomba all'idrogeno è molto più potente di quelle nucleari tradizionali all'uranio e molto più difficile da realizzare. Il test, se confermato da esperti stranieri, sarà un forte incentivo per nuove sanzioni contro la Corea del Nord da parte dell'Onu e peggiorerà le già cattive relazioni del paese con i suoi vicini. 

Tuttavia, alcune ore dopo l'annuncio, il regime di Pyongyang ha diffuso un comuncato in cui si legge che "la Corea del nord è uno Stato responsabile, non saremo mai noi i primi ad utilizzare armi nucleari né a trasferire tecnologie".

Usa: non è stato test all'idrogeno
Le "analisi iniziali" indicano che nel suo ultimo test nucleare la Corea del Nord non ha usato una bomba all'idrogeno, come sostenuto da Pyongyang. Lo comunica la Casa Bianca dicendo che i suoi esperti continuano a studiare la situazione. Analoga valutazione era stata espressa dall'intelligence della Corea del Sud.

Consiglio di sicurezza condanna il test
Il Consiglio di Sicurezza dell'Onu "condanna" il nuovo test nucleare della Nord Corea, che rappresenta una "chiara violazione" delle sue "risoluzioni" e annuncia che inizierà a lavorare immediatamente su ulteriori misure restrittive con una nuova risoluzione. In precedenza, il segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon ha chiesto alla Corea del Nord di "fermare ogni attività nucleare". Ban ha detto a Pyongyang di "rispettare i suoi obblighi di una denuclearizzazione verificabile". In una dichiarazione alla stampa, Ban ha "condannato senza equivoci" l'annuncio della Corea del Nord di avere testato una bomba a idrogeno.

In mattinata, dall'Onu, il capo dell'Organizzazione per il Trattato sul bando dei test nucleari, Lessina Zerbo, aveva affermato che, se confermato, il test di una bomba all'idrogeno sarebbe una violazione del Trattato e una grave minaccia alla pace e alla sicurezza internazionale. Zerbo ha precisato che le norme contro i test atomici sono state rispettate da 183 paesi dal 1996 e ha invitato Pyongyang a evitare altri esperimenti e ad aderire al trattato. "Il nostro sistema di monitoraggio internazionale ha rilevato un insolito evento sismico nella penisola coreana alla latitudine 41,27 e longitudine 129,10", ha dichiarato Zerbo. L'epicentro si trova in Corea del Nord, nel sito sulle montagne del nordest dove sono stati condotti tutti i test nucleari sotterranei di Pyongyang.

Nato: test nucleare mina la sicurezza internazionale
L'annunciato test nucleare della Corea del Nord con la bomba all'idrogeno rappresenta una minaccia alla sicurezza internazionale, ha chiarito il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, che ha sollecitato Pyongyang ad abbandonare il programma di armi nucleari.

"Il test sulle armi nucleare annunciato dalla Corea del Nord mina la sicurezza regionale e internazionale ed è in chiara violazione delle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza dell'Onu", ha avvertito Stoltenberg in una nota.

"La Corea del Nord dovrebbe abbandonare le armi nucleari e i programma esistenti per missili balistici e nucleari in maniera completa, verificabile e irreversibile, oltre a impegnarsi in credibili e autentici negoziati sulla denuclearizzazione", ha sottolineato il segretario generale della Nato.

Evacuati cittadini cinesi al confine con Corea del Nord, condanna di Pechino
Alcuni residenti cinesi al confine con la Corea del Nord - riferisce la tv cinese Cctv - sono stati evacuati.. In Cina il sisma è stato avvertito nelle aree di Yanji, Hunchun e Changbai, nella provincia di Jilin, vicina al sito coreano dei test nucleari. Ferma la condanna da parte di Pechino: la Cina -ha fatto sapere una portavoce del ministero degli Esteri- si oppone "formalmente" al test e ha chiesto al regime nordcoreano di evitare azioni che "peggiorino la situazione", mantenendo il suo impegno alla denuclearizzazione della penisola coreana. "Il governo cinese si oppone formalmente" al test, che è stato realizzato "nonostante l'opposizione della comunità internazionale", ha dichiarato la portavoce, Hua Chunying, nel corso di un incontro con la stampa.

Farnesina: test nucleare Nordcorea minaccia a pace e sicurezza
Se fosse confermato, il test nucleare realizzato stamani dalla Corea del Nord rappresenta una grave violazione del diritto internazionale e delle pertinenti risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite e una seria minaccia alla pace e alla sicurezza internazionali e regionali. E' quanto afferma in una nota la Farnesina. Nel condannare tale violazione, si legge nella nota, il ministro degli Affari Esteri Paolo Gentiloni chiede alla Corea del Nord di conformarsi ai suoi obblighi internazionali. Gentiloni avrà nelle prossime ore una  onversazione telefonica con Fumio Kishida, ministro degli Esteri del Giappone - Paese attualmente alla guida del G7- per discutere, conclude la nota, delle necessarie reazioni della comunità internazionale a questa provocazione, di cui viene investito oggi stesso il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

Mogherini: "Grave violazione obblighi internazionali"
Parla di "una grave violazione degli obblighi internazionali" l'alto rappresentante per la politica estera Ue Federica Mogherini, ricordando che in numerose risoluzioni dell'Onu e' stato vietato alla Corea del Nord di produrre o sperimentare armi nucleari. Secondo il capo della diplomazia europea, il test di oggi rappresenta anche "una minaccia alla pace e alla sicurezza dell'intera regione dell'Asia nord orientale". Mogherini richiama la Repubblica popolare democratica di Corea a "re-impegnarsi in un dialogo credibile e significativo con la comunita' internazionale, in particolare nella cornice dei colloqui a sei (con Corea del Sud, Usa, Cina, Russia e Giappone)". 

Le reazioni
Il presidente francese, Francois Hollande, ha condannato come "inaccettabile" il test nucleare condotto dalla Corea del Nord, e ha chiesto "una forte reazione da parte della comunità internazionale". "La Francia condanna questa violazione inaccettabile delle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza" delle Nazioni Unite in attesa di "conferma delle caratteristiche del test nucleare annunciato e osservato questa notte", ha detto in un comunicato la presidenza francese. La Francia, che è uno  dei cinque membri permanenti del Consiglio di Sicurezza ha chiesto anche "una forte reazione da parte della comunità internazionale", che appare chiaramente come un primo passo per rafforzare le sanzioni contro il regime nordcoreano. 

Se le notizia sul test con la bomba all'idrogeno in Corea del Nord fosse confermata, sarebbe "una grave violazione delle risoluzioni delle Nazioni Unite e una provocazione che condanniamo senza riserve". Lo scrive su twitter il ministro degli Esteri britannico Philip Hammond.

Da Mosca arriva anche la reazione di Putin che, attraverso il suo portavoce, si è detto "estremamente preoccupato" per le informazioni secondo le quali la Corea del Nord avrebbe condotto un test nucleare con una bomba all'idrogeno". Dmitri Peskov ha aggiunto che "il presidente Vladimir Putin ha ordinato uno studio completo degli indicatori da tutte le stazioni di misurazione, comprese quelle sismologiche, e un'analisi della situazione se il test dovesse essere confermato".

Nel 2012 ha detto di aver mandato nello spazio un satellite con un missile pluristadio. Secondo gli esperti, questo missile potrebbe essere utilizzato anche per il trasporto a lungo raggio di testate nucleari.
Condividi