Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/La-guerra-dei-dazi-travolge-ST-Microelectronics-A-Milano-il-giorno-dei-dividendi-41d3dad5-b88a-45e9-a299-aedfbb46e55f.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

La guerra dei dazi travolge St Microelectronics. A Milano il giorno dei dividendi

Condividi
di Fabrizio PattiMilano A Milano è il superlunedì dei dividendi, oltre 70 le cedole staccate. Inevitabile la discesa degli indici: il prezzo delle azioni incorpora il valore dei dividendi e quando questi vengono distribuiti scende di pari passi il valore delle azioni.
Le cedole distribuite oggi valgono circa il 2% del Ftse Mib, indice che ora perde il 2,21 per cento. I futures sul Ftse Mib, che non tengono conto dell'effetto cedole, sono negativi dello 0,29 per cento.
 
Giù anche Londra, di mezzo punto percentuale, e Parigi e Francoforte, di circa un punto.
 
Tra chi a Milano soffre pur non staccando cedole c'è il produttore di chip St Microelectronics: -9,15%. E' l'effetto della rottura tra Google e Intel da una parte e Huawei dall'altra, dopo le restrizioni all’utilizzo di dispositivi stranieri da parte delle società statunitensi decise dall'amministrazione Trump. Tensioni che questa mattina avevano già spinto al ribasso le borse di Shanghai e Hong Kong. 
 
Lo spread è stabile a quota 276, sui livelli di venerdì scorso e dell’inizio della settimana passata, durante la quale ha toccato quota 291.
 
Sale il petrolio: il Brent è tornato sopra i 73 dollari, dopo che diversi produttori Opec hanno confermato i tagli alla produzione. Attualmente è scambiato a 72,60 dollari al barile.
Condividi