Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/La-nuova-Camera-Usa-vota-per-superare-lo-shutdown-ma-impasse-resta.-Pelosino-ai-soldi-per-il-muro-550007fd-f590-4c19-b841-753f53dc9e31.html | rainews/live/ | true
MONDO

Il braccio di ferro

La nuova Camera Usa vota per superare lo shutdown, ma impasse resta. Pelosi: no ai fondi per il muro

Le proposte sono destinate a finire nel vuoto perché al Senato i repubblicani, che hanno la maggioranza, hanno già chiarito che senza l'ok del capo della Casa Bianca non ci sarà alcuna approvazione

Condividi
La prima legge della Camera della nuova legislatura, la 116esima del Congresso americano, punta a sospendere il parziale shutdwon che da 13 giorni ha lasciato al buio diverse agenzie governative federali e circa 800 mila dipendenti pubblici a casa. La Camera, guidata dalla speaker democratica Nancy Pelosi, ha approvato due misure che riaprirebbero le agenzie governative ma senza stanziare i fondi per il muro al confine con il Messico, preteso da Donald Trump.

Le proposte sono destinate a finire nel vuoto perché al Senato i repubblicani, che hanno la maggioranza, hanno già chiarito che senza l'ok del capo della Casa Bianca non ci sara' alcuna approvazione. L'impasse resta.

"Non costruiamo muri", ha dichiarato Pelosi ai giornalisti poco prima del voto bipartisan. "Un muro è un'immoralità tra Paesi, è un vecchio modo di pensare, non è economico", ha spiegato sostenendo che i soldi sarebbero stati spesi meglio per la tecnologia della sicurezza dei confini con droni, videosorveglianza e con più agenti di frontiera.

I leader repubblicani hanno immediatamente bocciato il voto bollandolo come espediente politico inutile che avrebbe fatto ben poco per fornire le risorse necessarie per garantire la sicurezza del confine, e hanno sostenuto che i Democratici "non stanno negoziando in buona fede". "Il presidente era stato chiaro, siamo qui per fare un accordo", aveva detto a Fox News il vicepresidente, Mike Pence, giovedì scorso. "E senza muro, non avremo nessun accordo".

I leader democratici del Congresso hanno annunciato che si sarebbero recati a breve alla Casa Bianca nel tentativo di rompere l'impasse, ma i legislatori hanno comunque avvertito che lo shutdown potrebbe protrarsi per diversi giorni, persino settimane. 
Condividi