Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/La-premier-Gb-May-primo-leader-straniero-invitato-da-Trump-9c675250-8116-44fb-8d88-7c36bc204c94.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

Rimane asse Usa-Gb

La premier Gb, Theresa May è il primo leader straniero invitato da Trump

Condividi
La paladina della "Brexit significa Brexit", il premier britannico conservatore Theresa Mayl, sarà il primo leader politico straniero che il neo-presidente americano, il repubblicano Donald Trump intende invitare "non appena sarà possibile" alla Casa Bianca. In ogni caso non prima di mezzogionro del 20 gennaio 20017 quando Trump giurerà e si insedierà formalmente  alla Casa Bianca.

May e Trump hanno parlato ieri al telefono. I due, secondo quanto spiega una nota di Downing Street, hanno concordato che la relazione tra i due Paesi “sarà una priorità”. May ha “sottolineato la sua volontà di rafforzare il commercio e gli investimenti bilaterali ora che il Regno Unito lascerà l’Unione europea”, da parte sua Trump ha assicurato che la Gran Bretagna “è un posto molto, molto speciale per me e il mio Paese”, e si è detto sicuro che la relazione transatlantica tra le due nazioni “si rafforzerà sempre di più”.

Telegraph: Farage farà da intermediario tra Londra e Trump
Nigel Farage farà da intermediario tra il governo britannico e il neoeletto presidente americano Donald Trump, ma senza ricoprire alcun incarico ufficiale. E' quanto riporta oggi il Telegraph, secondo cui i ministeri britannici saranno costretti a ricorrere all'aiuto dell'ex leader del partito euroscettico Ukip in assenza di contatti con l'entourage di Trump.

Farage è stato al fianco di Trump durante la sua campagna elettorale. Interpellato dal Telegraph, l'ex leader Ukip ha detto che i rapporti tra il partito repubblicano Usa e i conservetori britannici sono "malridotti". Secondo il quotidiano, sarà il ministro per il Commercio Internazionale, Liam Fox, che ha legami con i repubblicani americani,  a contattare Farage prima di tenere colloqui con i collaboratori di Trump.

Condividi