MONDO

L'inchiesta in Francia

La rapina a Kim Kardashian: è il suo autista la 'talpa'?

Tra i 16 arrestati ieri, anche l'uomo che l'ha portata in giro per Parigi prima del furto. Kardashian era stata aggredita, legata e rinchiusa nel bagno della sua camera d'albergo nella notte tra il 2 e il 3 ottobre scorso. I ladri avevano sottratto soldi e gioielli per un valore complessivo di 9 milioni di euro

Condividi
Tra le 16 persone arrestate ieri nell'ambito dell'inchiesta sulla maxi rapina a Kim Kardashian c'è anche l'autista che lo scorso ottobre l'ha portata in giro per Parigi prima che venisse derubata: lo riporta Sky News, che cita una fonte non meglio identificata. La polizia, prosegue l'emittente, sta cercando di stabilire adesso se lo chauffeur ha passato le informazioni sugli spostamenti della star dei social alla banda.

Le accuse per i fermati, secondo quanto riporta Europe 1, sono "rapina a mano armata in banda organizzata, sequestro e associazione a delinquere". 

Kardashian era stata aggredita nella sua camera d'albergo nell'8° arrondissement di Parigi nella notte tra il 2 e il 3 ottobre scorso. Alcuni uomini vestiti da agenti di polizia avevano fatto irruzione nella stanza dopo aver minacciato il guardiano di notte. La star era stata legata e rinchiusa nel bagno: i ladri avevano sottratto soldi e gioielli per un valore complessivo di 9 milioni di euro.

Il marito, il musicista Kanye West, quella sera aveva bruscamente interrotto un live che stava facendo a New York parlando al pubblico di "emergenze familiari". Kim era a Parigi per partecipare alla settimana della moda. 
Condividi