Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/La-vita-di-Giovanni-Paolo-II-8fc05495-1ddb-420c-896d-4b8fc5ae55d4.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

Un ritratto di Karol Wojtyla

Giovanni Paolo II, l'uomo, il pontefice, il santo

Wojtyla nasce in Polonia nel 1920. Cardinale nel 1967, viene eletto Papa il 16 ottobre 1978. Sopravvive a un grave attentato il 13 maggio del 1981 in piazza San Pietro. Muore a Roma il 2 aprile 2005 alle ore 21.37

Giovanni Paolo II
Condividi
Roma Karol Wojtyla nasce in Polonia, a Wadowice, il 18 maggio del 1920. Nel 1939 Karol lavora in una cava, durante la Seconda guerra mondiale viene infatti chiusa l’università in cui studiava. Poi si sposta in una fabbrica fino al seminario di Cracovia. Ordinato sacerdote nel 1946, a Roma consegue un dottorato in teologia. 

Nel 1948 torna in Polonia, dieci anni dopo il Papa Pio XII lo nomina Vescovo Ausiliare di Cracovia. Arcivescovo di Cracovia nel 1964; partecipa al Concilio Vaticano II (1962-65). Paolo VI lo crea Cardinale il 26 giugno 1967. 

Eletto Papa il 16 ottobre 1978. Durante il suo Pontificato si contano 146 visite pastorali in Italia e, come Vescovo di Roma, visita 317 delle attuali 332 parrocchie romane. I viaggi apostolici nel mondo sono stati 104. Da Papa ha scritto 5 libri e celebrato 147 riti di beatificazione - nei quali ha proclamato 1338 beati - e 51 canonizzazioni. 

Sopravvive a un grave attentato il 13 maggio del 1981 in piazza San Pietro. Perdona il suo attentatore, dopo una lunga degenza. Avvicina i giovani alla Chiesa istituendo la Giornata Mondiale della Gioventù. 

Muore a Roma il 2 aprile 2005 alle ore 21.37, alla vigilia della Domenica della Divina misericordia, da lui istituita. L’8 aprile è stato sepolto nelle Grotte Vaticane, subito dopo i solenni funerali celebrati in Piazza San Pietro.
 
Condividi