Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Lapia-deputata-Mara-Lapia-M5S-aggressione-nuoro-supermercato-Movimento-5-Stelle-M5S-Luigi-Di-Maio-Roberto-Fico-Angelo-Tofalo-Riccardo-Fraccaro-3cf17fa5-32b3-40df-ada7-eaf864a05983.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Aggressione al supermercato

M5S, parla Lapia, la deputata aggredita: 'Vittima di un bruto'

'Mi sento colpita più come donna che come parlamentare' dice la parlamentare grillina 

Condividi
di Tiziana Di Giovannandrea "Non avrei mai immaginato che sarei potuta essere in pericolo per il mio ruolo di parlamentare. E' inqualificabile un uomo che si accanisce così nei confronti di una donna sola. Mi sento colpita più come donna che come parlamentare". E' il commento rilasciato all'ANSA dalla deputata M5S Mara Lapia.

"Questo è l'ennesimo atto di violenza contro una donna. Il mio aggressore aveva una faccia da bruto - ha aggiunto la parlamentare - ho visto che mi guardava male già prima che arrivassimo alla cassa, poi quando ho detto alla commessa di stare attenta dopo che mi ha rovesciato addosso alcune lattine di Coca Cola sporcandomi, è esploso con accuse pesanti contro di me: "Le hanno sporcato il vestito nuovo - diceva deridendomi e cercando il consenso degli altri presenti - Voi appestate i posti dove entrate, si sente la tua puzza dentro tutto il supermercato".

La parlamentare 42enne avvocatessa e deputata del Movimento 5 Stelle alla prima legislatura, secondo il suo racconto, ha invitato ripetutamente l'uomo a smettere di insultarla ma senza successo.

Il capo politico e vicepremier Luigi Di Maio, ha detto: "Vicinanza a Mara per quanto le è successo, ci vediamo presto". Un augurio che le esprime pure il presidente della Camera, Roberto Fico: "Sono vicino a Mara Lapia, deputata del M5S brutalmente aggredita a Nuoro. Ti aspettiamo presto di nuovo a Montecitorio".

Parla di "violenza vigliacca", invece, il sottosegretario alla Difesa, Angelo Tofalo: "Questi episodi mettono in evidenza un lato violento della nostra società che deve far riflettere tutti".

Condanna "con forza questo vile atto di violenza, prima verbale e poi fisica", poi, il ministro per i rapporti con il Parlamento e la Democrazia diretta, Riccardo Fraccaro: "Coraggio Mara, siamo tutti al tuo fianco".
Condividi